Utente
Buongiorno.
desideravo chiedere cortesemente una vostra opinione in merito a una strana sintomatologia che presento in questi ultimi giorni. Il tutto è cominciato durante la notte dopo una passeggiata in montagna avvenuta il giorno precedente . Specifico di non essermi ustionato al sole. Ebbene dall'altro notte ho la febbre che oscilla dai 37,2 ai 38,9. Non ho nessun altro sintomo né male alle ossa né di testa né mal di gola né raffreddore. Inizialmente avevo dato colpa a un colpo di calore se pur in assenza di eritema. È una febbre che risponde bene al trattamento antipiretico tuttavia persiste e questo mi sta preoccupando soprattutto alla luce della assenza di altri sintomi. Ringrazio se vorrete esprimere una vostra opinione in merito cordiali saluti

[#1]  
Attivo dal 2007 al 2020
Salve,
probabilmente ha in atto una forma virale che circola in questo periodo.
In genere i tempi di guarigione sono tra i 4 gg e i 7 - 8 gg.
Se la febbre persistesse si faccia valutare dal suo curante.
Ma non vedo motivi di preoccupazione.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dottor Caldarola mi preme ringraziarla per la cortesia e per la velocità. Desidererei approfittarne ancora per chiederle quanto segue : ho effettuato stamane un prelievo del sangue da cui emerge un contenuto HB medio pari a 33,5 ( massimo sarebbe 33,3 ) dopodiché una distribuzione volume eritrocitario RDW pari a 10,2% ( limite inferiore in percentuale sarebbe 11.00) infine distribuzione piastrine pari a 19,4 fl range 10-19. Neutrofili 83% limite massimo sarebbe 78 e linfociti 9,7 % limite minimo sarebbe 19. Valori assoluti sarebbero neutrofili 7,5 range 1,9-8 linfociti 0.9 range 0.9-5.2. Sto prendendo del pantoprazolo ed inoltre è immerso sempre dallo stesso esame un TSH pari a zero. Ho una paura folle ci sia qualcosa che non va

[#3]  
Attivo dal 2007 al 2020
Salve,
ricopi gentilmente l'emocromo integralmente, così facciamo prima.
A presto,
Dott. Caldarola.

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno dott. Caldarola.
...volentieri. In particolare gli esami sono stati prescritti per un calo di peso di 5 kg in circa tre mesi. Da un mesetto presento inoltre evacuazioni sfatte/liquide un paio di volte al giorno.
Di seguito il referto:
leucociti 9 rif. 4.8-10.8
eritrociti 4.9 rif. 4.2-5.6
emoglobina 16.3 rif. 13-17.5
ematocrito 44% rif 37-54
volume corpusc. medio 90 rif. 80-97
>>CONENUTO HB MEDIO (MCH) 33.5 rif. 25-33.3
concentraz.hb cor. media MCHC 37 RIF. 32-38
>>DISTRIBUZ.VOL.ERITROCIT. RDW 10.2% RIF. 11-16.5
piastrine 238 rif. 130-400
>>DISTRIBUZIONE PIASTRINE PDW 19.4 rif. 10-19
volume medio piastrine MPV 7.8 rif. 7.1-10.5

FORMULA LEUCOCITARIA
>>NEUTROFILI 83.1% RIF. 40-78
>>LINFOCITI 9.7% rif. 19-49.9
monociti 6.4% rif. 2-9
eosinofili 0.5% rif. <7
basofili 0.3% rif. <2

FORMULA LEUCOCITARIA ASSOLUTO
neutrofili assoluto 7.5 rif. 1.9-8
>>LINFOCITI assoluto 0.9 rfi. 0.9-5.2
monociti assoluto 0.58 rif. 0.16-1
eosinofili 0
basofili 0

ves 5 rif. <30
gpt 25 rif. <41
got 19 rif. <40
sodio 144 rif. 136-145
potassio 4.3 rif. 3.5-5.1
proteina C reattiva 0.16 rif. <0.5
magnesio 2 rif. 1.6-2.6
ldh latticodeidr. 192 rif. 135-225
ck 47 rif. <190
calcio 9.1 rif. 8.6-10
>>>TSH <0.005 RIF. 0.27-4.2
pth 27.1 RIF. 15-68.3

Grazie, cordiali saluti

[#5] dopo  
Utente
E per la cronaca oggi mi è tornata la febbre 37. 7

[#6]  
Attivo dal 2007 al 2020
Salve,
Lei presenta una tendenza alla leucocitosi con linfopenia e neutrofilia.
Questo quadro ematologico è più probativo per un focolaio batterico che per una infezione virale.
Ovviamente senza poterla visitare non posso ipotizzare localizzazioni d'organo.
Potrebbe trattarsi di un focolaio broncopneumonico: si faccia auscultare dal medico se ha esperienza nella semeiotica medica e nell'auscultazione del torace, sennò meglio una RX del torace.
A completamento lei ha un TSH praticamente soppresso: ciò fa pensare ad un ipertiroidismo per cui è necessario che faccia un dosaggio dell'FT4 e dell'FT3 insieme agli anticorpi anti TPO e anti TG.
Mi faccia sapere se avrà piacere.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.

[#7] dopo  
Utente
Buongiorno dottor Caldarola. La ringrazio per l'interessamento e per le sue opinioni espresse. Approfondisco alcuni punti: circa 10 giorni fa , all'esordio della prima febbre , l'unica cosa da segnalare anche se non di rilievo, erano delle evacuazioni non propriamente normali. Presi dei fermenti lattici e anche se non proprio nella normalità potevo considerarla accettabile. Due giorni fa proprio in coincidenza del prelievo ho accusato mancanza di appetito sforzandomi a mangiare; il pomeriggio cominciai ad avvertire una strana stanchezza alle gambe da farmi pensare di aver la febbre che tuttavia non misurai. A partire da ieri oltre all'innalzamento della temperatura ho cominciato ad avere scariche liquide che da ieri mattina ad ora saranno state circa una ventina compreso due notturne. Stamane ho effettuato gli altri esami del sangue per la tiroide. Il medico di base dice che sia la diarrea sia la febbre potrebbero essere compatibili con uno stato di ipertiroidismo. Ultima rilevazione della febbre circa mezz'ora fa 38.3 . sigh! Da buon paranoico ipocondriaco mi sono auto diagnosticato le cose peggiori...

[#8] dopo  
Utente
ad integrazione: poichè sono arrivati i risultati li trascrivo di seguito:
ft4 22.1 rif. 9.3-17
ft3 5.4 rif. 2-4.4
anticorpi tireoglobulina 312 rif. <115
anti tpo (microsomiali) >600 rif. <34

Grazie, cordiali saluti

[#9]  
Attivo dal 2007 al 2020
Salve,
lei ha una titoidite autoimmune che sembra in fase attiva.
IL suo ipertiroidismo verosimilmente è da ascrivere alla distruzione autoimmunitaria dei follicoli tiroidei con liberazione in circolo di T4 e aumento della FT4 e della FT3.
In tale evenienza l'uso di tireostatici è sconsigliato: è invece molto utile l'utilizzo di Propranololo a dosi adeguate che controlla bene la sintomatologia.
Ne parli con il suo medico curante, anche perchè sarebbe utile che lei faccesse una ecografia tiroidea in color doppler.
Oltre al controllo tra 15 gg di tutta la funzionalità e l'autoimmunità tiroidea.
Se il suo medico è incapace di gestire tale situazione non attenda oltre per andare a visita da un endocrinologo serio, con esperienza e motivato.
Faccia sapere se vorrà.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.

[#10] dopo  
Utente
Buongiorno dottor Caldarola. Le confermo che effettivamente anche il mio medico di base è orientato a inviarmi dallo specialista endocrinologo. In compenso mi ha comunque dato un antibiotico classe macrolidi) i problemi legati alla diarrea e alla febbre di questi ultimi giorni. Le chiederei a tal proposito una sua opinione la ringrazio cordiali saluti

[#11]  
Attivo dal 2007 al 2020
Salve,
il suo medico le ha dato tra tutti l'antibiotico meno adatto, perchè notoriamente i macrolidi provocano molto frequentemente disturbi gastrointestinali sia per alterazioni del microbiota che per una intrinseca attività enterocinetica che non è propria soltanto della vecchia Eritomicina ma anche dei macrolidi più recenti (che comprendono anche le Azalidi e i Ketolidi).
Inoltre non vedo un nesso di causalità tra i disturbi intestinali, che potrebbero dipendere anche dall'ipertiroidismo, e la somministrazione di un Macrolide.
Se proprio il suo medico vuole "disinfettarle" l'intestino, in tali casi la migliore soluzione è il Bacrtrim (Cotrimoxazolo) a dosi piene.
Gliene parli se vuole.
Buona giornata.
Dott. Caldarola.

[#12] dopo  
Utente
Buongiorno. Qualche dubbio è venuto anche a me leggendo il bugiardino. Boh. Novità di oggi: la presenza di sangue misto muco. Questo mi spaventa , anche se circa un anno fa accadde un fatto analogo ossia dopo alcuni ripetuti episodi di diarrea iniziai a perdere sangue rosso vivo. Fu indagato con colonscopia(negativa) ed il problema si risolse. Spero sia una cosa analoga altrimenti inizio seriamente a preoccuparmi. (Come già non lo fossi)... secondo lei, si possono escludere patologie tumorali tenuto conto della sintomatologia e dei recenti esami del sangue? A tal proposito giusto due mesi fa mi sottoposi a prelievo e tutti (emocromo transaminasi ves pcr ed altri di routine) tutti perfettamente nella norma così come un'eco addome fatta a novembre per un'iperamilasemia lieve riscontrata proprio in occasione di quell'episodio esposto sopra di sanguinamento. La ringrazio se vorrà ancora esprimersi. Cordiali saluti

[#13]  
Attivo dal 2007 al 2020
Salve,
il sangue misto alle feci in corso di diarrea indica od una infiammazione del colon - retto, che può esere la causa della stessa diarrea, anche di origine virale o batterica, o è la conseguenza di ripetuti sforzi defecatori con conseguente ressi di capillari a livello retto - anale.
In ogni caso non si può valutare questa situazione telematicamente ed è necessario che lei si rivolga alla Guardia Medica o al P.S.
In tali condizioni il macrolide è ancora meno indicato.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.

[#14] dopo  
Utente
Buongiorno dottor Caldarola ci terrei ad aggiornarla al fine di ricevere un ulteriore sua opinione.
In termini di scariche la frequenza è diminuita sono passato da 7/8 scariche/ giorno ad attuali 2 con feci non più liquide ma sempre non normali (sfatte). Permane una temperatura che definirei febbricola anche se non supera il 37,1. Il medico di base ha optato di passare ad altro antibiotico il cui principio è la rifaximina. L'appetito stenta a ripartire anche perché credo l'ansia stia giocando il suo ruolo.
La ringrazio se vorrà ancora esprimersi cordiali saluti

[#15] dopo  
Utente
Oggi guardando su internet ho trovato che un tumore come il gastrinoma può presentare gli sintomi che presento io atteso che già da un po' sto prendendo il pantoprazolo per difficoltà digestive. Spero ovviamente di sbagliarmi e che lei possa contraddire questi miei sospetti. grazie cordiali saluti

[#16]  
Attivo dal 2007 al 2020
Salve,
se ha il timore del gastrinoma faccia la gastroscopia e scoprirà di non averlo.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.