Utente 445XXX
Salve dottori, volevo chiedervi un parere in base alla mia situazione fisica. Diversi mesi fa ho iniziato ad avvertire sintomi come vertigini e stordimento. Mi sentivo proprio in aria e come se vivessi un senso di estrainetà. Ho fatto un Radiografia alla colonna vertebrale e cervicale e mi è stato dato come esito una verticalizzazione della lordosi cervicale! Ho fatto degli esami del sangue e risulta che io abbia un po’ di anemia. Quest’ultima la sto già curando prendendo vitamine e ferro.! A me continuano questi disturbi molto limitanti , non riesco a stare all’impiedi per troppo tempo e quando passo da aria fredda a calda lo avverto subito. Il mio medico mi ha detto che questa verticalizzazione, anemia e poca artrosi possono provocarmi questi sintomi. Adesso sto seguendo delle fisi Terapie come laser e massaggi. Se piego il collo verso l’alto avverto un dolore al collo e ho la sensazione di essere più leggera nella parte destra del corpo. L’ho anche detto al fisioterapista e mi ha risposto che può essere sintomo della cervicale. Sottolineo che sono molto ansiosa è molto spesso mi faccio prendere da attacchi di panico perché ho paura di aver qualcosa di grave in testa. Ho fatto una visita otorino e mi ha detto di non avere labirinti ma per certezza fare una visita neurologica! Il mio medico mi ha detto di vedere come va prima di farla perché per lui non c’entra, io per la troppa anzi me la sono programmata. Ho paura si tratti di qualcosa di grave.. specialmente questa sensazion di leggerezza nella parte destra . Vorrei conoscere il vostro parere.
Grazie

[#1]  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
con i limiti del consulto telematico, io sono d'accordo con il suo curante: la deve vedere un Neurologo.
La verticalizzazione della fisiologica lordosi cervicale è un reperto molto frequente e spesso è espressione di una contrattura dei muscoli cervicali; questi contengono dei propriocettori che stirati possono influenzare la percezione dell'equilibrio.
Il tutto viene poi amplificaro da un circolo vizioso ansioso.
Tuttavia poichè il rachide cervicale è strettamente connesso con i vasi cerrebro afferenti ( Carotidi e vertebrali) sarebbe bene escludere patologie di circolo, alla sua età sicuramente congenite.
Il tutto nell'Ambito di una valutazione Neurologica che potrà terminare con la visita clinica e una diagnosi o proseguire con un iter diagnostico che consideri anche una RM del rachide cervicale e uno studio in angio RM dei vasi del collo.
Inoltre non avendo mai visto un suo emocromo non conosco quanto lei sia anemica e che tipo di anemia abbia: presumo microcitica iposideremica da mancanza di ferro.
Se questo è dovuto a cicli abbondanti deve rivolgersi ad un ginecologo per regolarizzarli altrimenti il ferro che lei ingerisce oralmnente finisce poi con il depauperarlo con il flusso mestruale e resta sempre anemica.
Se i flussi sono normali e il ferro è basso è importante valutare che lei non abbia problemi di assorbimento di questo elemento: per esempio che non sia celiaca, ciò che in prima battuta si può fare con esami di sangue.
Ma a quete valutazioni dovrebbe aver già provveduto il suo medico curante.
Se vuole mi può fare il copia incolla del suo emocromo e degli ultimi esami effettuati, apponendo gli indici di riferimento del suo laboratorio accanto a ciascun esame.
Cari saluti,
Caldarola.

[#2] dopo  
Utente 445XXX

Grazie per la sua tempestiva risposta. Ma il mio medico curante mi ha detto di non fare la visita neurologica in quanto i miei sintomi sono riconducibili ad una cervicalgia, è stato l’otorino che mi ha detto “ se vuole farla le faccio fare una visita neurologica “.Io ben 6 anni fa ho subito un trauma , il classico colpo di frusta e ho portato un collare per settimane. Adesso secondo il mio medico facendo un allenamento pesante può essere si sia risvegliato infatto sto facendo terapie . Secondo lei devo quindi preoccuparmi? Io sto facendo questa visita perché sono molto ansiosa e già penso a qualcosa di grave , io ho 25 anni.

[#3]  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signorina,
allora sono d'accordo con il suo ORL.
Non deve preoccuparsi, ma a maggior ragione se ha fatto un un incidente con una distorsione cervicale è necessario che lei faccia una RM del rachide cervicale per vedere ciò che la RX standard non consente di visualizzare.
Preceduta da una visita neurologica.
Nella replica #1 le sono state dette cose che non mi paiono allarmanti ma che un medico ha il dovere di dirle.
Se leggesse attentamente non vi troverebbe nessuna diagnosi infausta.
Inoltre nella replica #2 lei non fa alcun cenno alla sua anemia che non va sottovalutata e di cui è chiaramente scritto nella mia prima risposta.
Anche qui la invito a leggere con attenzione.
Non c'è da preoccuparsi ma c'è da valutare. Clinicamente e nel caso strumentalmente.
Cara Signorina, è lei che ha chiesto un parere e non il contrario.
Io non posso certo dirle quello che vuole sentirsi dire, perchè è ansiosa: ma è libera di seguire i consigli del suo curante che certamente la conosce meglio di me. E di non tenere affatto in conto quello che ho scritto.
Un cordiale saluto,
Dott. Caldarola.

[#4] dopo  
Utente 445XXX

Grazie mille , di certo seguirò i suoi consigli da persona esperta la quale è.