Utente
Buongiorno, sono un ragazzo di 26 anni e da più di una settimana soffro di tosse acuta soprattutto nella notte, talvolta con la fuoriuscita di muco. Questa mattina mi sono recato dal dottore e mi ha diagnosticato asma bronchiale più infezione ai bronchi prescrivendomi Chinoplus 600mg dopo pranzo per 5 gg e depo medrol siringhe una ogni 7gg con un max di 3. Leggendo su internet si tratta di siringhe di cortisone molto pesanti e ho un po’ di paura al riguardo. Lui mi ha prescritto un ciclo di 3 siringhe dicendomi che dopo la seconda se stavi bene avrei potuto fare a meno della terza. Potete darmi cortesemente ulteriori chiarimenti riguardo questo medicinale e quali sono i rischi a cui vado incontro?
Grazie anticipatamente

[#1]  
Attivo dal 2007 al 2020
Salve,
io non l'ho auscultata e non posso esprimermi.
Se lei mi riferisce una asma bronchiale, non condivido affatto la terapia basata sulla somministrazione di un glucorticoide sistemico.
Esiste una pletora di cortisonici topici associati o meno a broncodilatatori, in spray e in polveri.
Quand'anche la diagnosi fosse quella di "bronchite asmatica" cioè di una ipereattività bronchiale probabilmente legata a un virus o ad una forma ritenuta batterica (dalla prescrizione del Chinoplus) la stessa non giustifica il corticosteroide sistemico.
Che ha controindicazioni ma soprattutto è inutile.
Questo è il mio parere.
Lei ovviamente segua il suo Curante che la conosce molto meglio di me o senta un parere pneumologico.
Un cordiale saluto,
Dott. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente
Gentile dott. Calderoli, innanzitutto la ringrazio per la risposta veloce. Diciamo che io ogni tanto soffro di questi sintomi, da piccolo soffrivo d’asma. Ora con queste siringhe di cortisone mi ha detto che andrei a combattere la forma allergica che mi porta questa asma bronchiale e con l’antibiotico invece andrei a combattere i muchi. Quindi pensa che sia troppo esagerata come terapia? Potrei usare anche inalatori al cortisone o magari prendere il bentela. Al posto di queste siringhe che sono una “bomba” da come ho letto su internet.

[#3]  
Attivo dal 2007 al 2020
Salve,
lasci stare le "bombe" e con esse Internet.
Se lei ha un' asma bronchiale la terapia è con una associazione di un Corticosteroide Inalatorio associato a un Beta 2 stimolante long acting.
In forma di spray o di polvere.
L'asma oggi si cura così.
Il Bentelan e gli steroidi vanno riservati alle forme severe di broncocostrizione che non mi pare che lei abbia.
La presenza di muco, se lei è asmatico ed allergico a qualche componente presente in questo periodo nell'aria, fa parte dell'asma e la somministrazione di un fluorochinolone è inutile.
E' più utile che fsccia la tosse e "scatarri".
Tanto premesso le ribadisco che io non l'ho auscultata e che al suo consulto online io posso rispondere con dei meri consigli, che non hanno carattere di prescrizione in alcun modo.
E' d'uopo dunque che ne parli con il curante o che senta un secondo parere.
La saluto caramente,
Dott. Caldarola.

[#4] dopo  
Utente
Si magari provo a risentirmi con lui. La ringrazio ancora dott. Calderola
Buona giornata

[#5]  
Attivo dal 2007 al 2020
Buona giornata anche a lei.
Caldarola.