Utente
Buongiorno, volevo spiegare la mia situazione, partendo dal presupposto che sono molto ansioso a ogni sintomo mi preoccupo e penso di avere le peggiori malattie esistenti sulla faccia della terra.
Vi spiego la mia situazione: mi sono recato in pronto soccorso a settembre 2017 con dolori in fossa iliaca destra per sospetta appendicite, al termine dei controlli sono stato mandato a casa senza una chiara diagnosi, mi hanno parlato di ‘’influenza’’, il mio medico di base mi prescrisse una ecografia addominale completa dove sono risultati calcoli alla cistifellea di 2mm e bile densa, ho iniziato una cura con deursil 300 dopo cena e la situazione sembrava essersi risolta, ora vi scrivo perché questi dolori da due mesi sono ricomparsi in maniera davvero lievissima in fossa iliaca destra e anche in zona lombare, cercando su internet i dolori alla fossa iliaca destra si ricollegano al morbo di chron e io ho davvero paura di avere questa patologia.
In bagno vado regolarmente ma spesso per non dire sempre le mie feci sono spappolate e la cosa mi spaventa, ho davvero tanta tanta ansia non vorrei che tutto ciò derivi dal mio cervello o meglio spero che sia solo frutto del mio cervello e che non sia nulla di grave. Grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
16% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Salve,
un dolore in fossa iliaca destra può tranquillamente essere espressione di una sindrome dell'intestino irritabile.
Spetta al clinico che la visita valutare e avallare questa possibilità, prima di pensare a malattie peggiori.
In questo senso il dott Google è davvero una iattura.
Mi concentrerei piuttosto sulla sua patologia biliare: se ha una bile sovrasatura con presenza di calcoli millimetrici o di "fango biliare" 300 mg di Deursil a cena sono pochi e rischia di avere effetti collaterali (le feci molli e poltigliose possono dipendere dal potere enterocinetico dei sali biliari) senza i benefici desiderati.
La somministrazione dello stesso prodotto in capsule da 450 mg a rilascio prolungato è meglio tollerata e assicura una copertura efficace nelle 24 ore.
Resta sempre il problema che la sua colecisti funziona male e che non è escluso che nonostante la terapia proprio quei calcoli millimetrici o sub centimetrici possano occludere l'infundibolo dando luogo a coliche biliari.
In tale caso la soluzione più razionale è togliere la colecisti, intervento che ormai è di routine specie se fatto da mani esperte.
Cordiali saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#2] dopo  
Utente
I dolori sono continui ma lievi e si espandono alla zona toracica di destra e in sede lombare non sembra un dolore dovuto a coliche, in seguito a ciò che mi ha detto come dovrei comportarmi ora secondo lei?

[#3] dopo  
Utente
Dimenticavo un particolare, da sdraiato questi dolori, scompaiono quasi del tutto, per questo ho pensato anche si potesse trattare di un dolore muscolare, un ultima domanda, die somministrazioni di deursil 300 al giorno sarebbero troppe?

[#4]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
16% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Salve,
per poter valutare il suo dolore, e nessuno ha parlato di coliche ma di intestino irritabile, occorrerebbe che io la visitassi e questo non è ovviamente possibile.
Può ricorrere in tal senso al suo medico curante.
L'ipotesi del dolore muscolare non è da escludere ma va verificata non certo via computer.
In quanto al deursil 300 le ho detto che può essere la causa delle sue feci poltacee che il dosaggio di 300 mg a rilascio immediato può essere vantaggiosamente sostituito con quello da 450 mg a rilascio lento.
Se rileggerà con attenzione la replica uno troverà conferma di TUTTO quanto detto.
Saluti cari,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#5] dopo  
Utente
Grazie mille dottore, mi ha rassicurato, ne parlerò con il mio medico curante appena finisco questa scatola, in seguito provvederò a rieffettuare una ecografia per vedere come si è evoluta la situazione in seguito alla cura, per quanto riguarda il sospetto di intestino irritabile parlerò anche di chiesto e effettuerò le eventuali visite per arrivare a una conclusione, purtroppo internet non fa del bene a persone ansiose come nel mio caso, che ricercano ‘’dolore fossa iliaca destra’’ e nelle probabili cause leggono ‘’morbo di chron’’ si convincono al 100% di avere quella patologia, lavorerò anche per evitare di mettermi a cercare e a fare autodiagnosi con le ricerche di Google, grazie mille di nuovo e buona serata!

[#6]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
16% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Di nulla.
A presto e buona serata anche a lei.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola