Utente
Buonasera,
ho 45 anni e da qualche mese le mestruazioni non sono piu’ regolari, nel senso che arrivano in ritardo e questa irregolarità è purtroppo accompagnata da una fastidiosa ritenzione idrica all’addome, alle gambe e anche al volto.
Da circa 2 ms ho riscontrato che nei momenti in cui la ritenzione è maggiore, mi succede di sentire una forte tensione alle orecchie, come se avessi gli orecchioni, seguita da altrettanta tensione alla nuca e alle tempie con sdoppiamento della vista. Il tutto accompagnato da giramenti di testa e mancanza di equilibrio, a volte anche piuttosto intensa.
Dagli esami del sangue è risultata bassa la glicemia a 68 e l'insulina minore di 2. Ho provato a tenere sotto controllo la glicemia misurandola a casa pungendo il dito, ma non mi sembra che questi disturbi siano attinenti, anzi mi parrebbe di stare meglio quando la glicemia è piu' bassa. Ho però riscontrato di avvertire questi malesseri soprattutto dopo mangiato e anche se la glicemia rientra nei valori, almenno momentaneamente i disturbi si attenuano se mangio qualcosa di dolce.
Possono in quanlche modo questi disturbi essere collegabili ad un malfunzionamente del pancreas o altro di simile ?
La mia ginecologa mi ha spiegato che esiste un esame per valutare la presenza di noduli che potrebbero nascondersi sotto al pancreas, ma non ha saputo spiegarmi niente di piu'.
Un'altro dubbio...forse assurdo... tempo fa sono caduta sciando procurandomi una forte contusione proprio in corrispondenza al pancreas, è possibile procurarsi dei disturbi del tipo che ho descritto a causa di una forte botta ?
Se riusciste a darmi qualche indicazione Vi sarei infinitamente grata, sono preoccupata e i medici che ho consultato non mi sanno aiutare...
Grazie

[#1]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signora
perdoni la domanda, ma il suo medico curante cosa ne pensa della sua storia clinica ?
Riesce molto difficile per noi consulenti via internet capire fino in fondo il motivo dei suoi disturbi, soprattutto non avendo la possibilità di visitarla.
Mi sento tuttavia di ritenere poco probabile l'attribuzione di eventuali disturbi a pregressi traumi del pancreas.
Alterazioni del ciclo inoltre, come già rispostole in precedenza dal dr. Spina vanno verificati e discussi con il suo ginecologo di fiducia.
Rimane comunque indispensabile, qualora non l'avesse già ottenuto, il parere del suo medico curante che, a differenza nostra, potrà visitarla e prescriverle eventualmente gli accertamenti diagnostici che riterrà più opportuni.

Cordiali saluti

Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile