Utente
salve da qualche mese,e precisamente dall'inizio di marzo accuso dolori nella zona cervicale e nella zona della schiena corrispondente alle vertebre toraciche,il mal di schiena è sempre presente al mattino e va via alla sera quando mi metto a letto,spesso questo dolore è unito a mal di testa o a fitte alla testa,inoltre in alcuni casi trovo difficoltoso fare respiri profondi o sbadigli, e qualche volta misurando la pressione la max arrivava a 140.
Alcune volte ho difficoltà nella minzione ( sembra di dovermi concentrare).
rivolgendomi al mio medico di base non ho risolto molto,mi ha sottoposto ad analisi del sangue e delle urine,risultate nella norma,e mi ha detto che probabilmente si trattava di cervicale,mi ha dato alcuni esercizi da eseguire,trattamento con antinfiammatorio,il dolore va via se prendo l'antinfiammatorio,ma non posso prenderlo ogni giorno.
Sono un soggetto ansioso,spesso a causa degli esami e in passato mi hanno consigliato il tavor o la valeriana,meglio la seconda. ho 22 anni,altezza 177,nell'ultimo periodo a causa del nervosismo,esami e stress ho preso circa 25 kg in un anno e mezzo,arrivando a pesare 93 kg,non faccio sport,ma ho una vita movimentata,faccio tutto a piedi.
qualche specialista può darmi linee guida o aiutarmi a capire di cosa si tratta?

[#1]  
Dr. Maria Assunta Pasquarelli

24% attività
4% attualità
12% socialità
TERMOLI (CB)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Si e' sottoposto a Rx rachide cervicale o rx rachide dorsale? La pressione max in quali condizioni viene misurata? Qual'e' il suo quesito? Riguarda la probabile "cervicale" o la pressione?
In attesa, buona serata
Dr. maria assunta pasquarelli

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottoressa,anzitutto la ringrazio per avermi risposto.
l'Rx sia cervicale che dorsale non l'ho mai fatto,perchè il mio medico specializzato in ortopedia non mi ha prescritto. Il mio problema riguarda sia la probabile cervicale(probabile perchè ogni giorno ho collo e parte superiore delle spalle contratte), sia gli sbalzi di pressione, probabilmente tra loro collegati. La misurazione della pressione effettuata al mattino è sempre 80-120, nella tarda mattinata mi capita di misurarla ,perchè sento che è variata(a causa di caldo e irreqietezza) e spesso la trovo a 70-140. Se può servirle come informazione aggiuntiva spesso e particolarmente dopo pranzo avverto un forte dolore allo stomaco che spesso mi impedisce di respirare profondamente o sbadigliare,in alcuni casi avverto fitte leggere al torace,mi agito e sto male.
Tempo fa ho fatto l'eletrocardiogramma ed è risultato tutto normale. All'esordio di mal di testa,dolori al collo etc.. dopo un episodio di vertigini e irrequietezza in ambienti affollati come il treno, mi recai in pronto soccorso feci una visita neurologica dalla quale risultò tutto a posto,tranne la questione aperta dell'ansia che c0onfermò anche la psichiatra. Aggiungo che oltre al mal di testa frequente accuso stanchezza agli occhi e alcune volte dolore,nell'ultima visita oculistica 3 mesi fa la miopia e l'astigmatismo sono aumentati di circa un grado e sono costretto ad usare lacrime artificiale per secchezza degli occhi.Se può servirle fumo da quasi 5 anni.
Grazie per la cortesia che vorrà avere nel rispondermi.
Buona giornata

[#3]  
Dr. Maria Assunta Pasquarelli

24% attività
4% attualità
12% socialità
TERMOLI (CB)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gentile utente, se puo' tranquillizzarla, si sottoponga pure ad una radiografia del rachide cervicale.
Per tutto il resto, mi regolerei in tal modo:
-se e' in terapia per l'ansia e gli attacchi di panico e la segue un neurologo o uno psichiatra, e' il caso di fare un controllo per ev. aggiustamento della posologia
-qualora non seguisse alcuna terapia, richieda pure al suo medico curante, una visita psichiatrica o neurologica.
Cio' al fine di discernere se trattasi effettivamente di attacchi di panico ed ansia, senza sottoporsi ad una moltitudine di esami per i sintomi piu'disparati, perche' risolto un problema, rischia che l'indomani si presenti un nuovo sintomo.
Ad ogni buon conto, mi contatti ancora se dovesse averne necessita' o se crede, puo' anche girare il consulto ad uno specialista psichiatra o neurologo di medici italia.
Buona serata
Dr. maria assunta pasquarelli