Utente 958XXX
Vorrei che qualcuno mi aiutasse a capire come fare scendere i valori dei Gamma GT nei valori normali. A dicembre compio 50 anni, sono alto 171cm, peso 78Kg, faccio una vita sedentaria dato ke faccio l'autista. A questo proposito vi mando gli esami degli ultimi anni in modo ke vogliate gentilmente consigliarmi analisi piu specifiche o una dieta piu dettagliata.

30/07/2004: COL.TOT 294, LDL ===, HDL ==, GOT 22, GPT 23, TRIGL.252, GGT 57;
28/02/2005: COL.TOT 231, LDL 157, HDL 50, GOT 25, GPT 28, TRIGL.122, GGT ==;
20/10/2005: COL.TOT 224, LDL ===, HDL ==, GOT 20, GPT 24, TRIGL.180, GGT 88;
24/01/2006: COL.TOT ===, LDL ===, HDL ==, GOT 27, GPT 12, TRIGL.===, GGT ===;
14/11/2006: COL.TOT 282, LDL ===, HDL 53, GOT 28, GPT 41, TRIGL.266, GGT 225;
22/12/2006: COL.TOT 178, LDL ===, HDL ==, GOT 26, GPT 38, TRIGL.115, GGT ===;
20/07/2007: COL.TOT 195, LDL ===, HDL 53, GOT 27, GPT 28, TRIGL.141, GGT 46;
27/10/2007: COL.TOT 229, LDL ===, HDL 55, GOT 22, GPT 41, TRIGL.147, GGT 103;
17/01/2008: COL.TOT 240, LDL ===, HDL 55, GOT 33, GPT ==, TRIGL.139, GGT 100;
11/03/2008: COL.TOT 280, LDL ===, HDL 57, GOT 25, GPT 27, TRIGL.214, GGT 132;
HBsAg Negativo, HBsAb <10Negativo, HBeAg Negativo,
HBeAb Negativo, HBcAb Negativo, Ant.HCV Negativo;
14/03/2008 Ecografia fegato:
Fegato regolare per morfologia, dimensioni e caratteri ecostrutturali. Non dilatazione delle vie biliari intra ed extra-epatiche (coledoco=3mm) Vena porta regolare(11mm), con normale aspetto delle diramazioni intraepatiche del vaso e flusso epatopeto al color doppler. Regolari per decorso e calibro le vene sovraepatiche.
14/04/2008: COL.TOT 225, LDL ===, HDL 60, GOT ==, GPT ==, TRIGL.185, GGT 123;
26/06/2008: COL.TOT 250, LDL ===, HDL 56, GOT 34, GPT 31, TRIGL.===, GGT 128;
01/09/2009: COL.TOT 166, LDL ===, HDL 55, GOT 46, GPT 34, TRIGL.106, GGT 102;

[#1] dopo  
Dr. Ettore Vallarino

28% attività
0% attualità
12% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
L'aumento dei valori di GGT, isolato, può avere molti significati: a volte si tratta di un danno alcolico del fegato. Spesso si tratta di una infiltrazione di grasso del fegato (steatosi epatica). In tutti i casi si rende necessaria una ecotomografia del fegato e una visita gastroenterologica. Cordiali saluti
http://www.medicitalia.it/ettorevallarino

[#2] dopo  
Utente 958XXX

Gentilissimo dottore, ho dimenticato di dirvi che non sono mai stato un accanito bevitore di alcolici. Bevo soltanto nei pasti principali un bicchiere massimo due di vino, solo quando siamo in comitiva eccedo con qualche bicchiere in più.Per quanto riguarda gli alcolici come liquori ogni tanto compro una bottiglia di grappa e ne bevo un bicchierino dopo cena mentre quando sono in comitiva posso arrivare a due massimo. Dimenticavo di dirle che non non ho mai fumato se questo può esssere di aiuto per il mio caso. Ora se per far si che questi valori scendano devo abolire sia il vino che la grappa posso prendere questa decisione e bere acqua. Aspettando vostre notizie, porgo distinti saluti...

[#3] dopo  
Dr. Ettore Vallarino

28% attività
0% attualità
12% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Sul consumo di alcolici si possono dire e si dicono molte cose, volentieri a sproposito. L'alcol (che è contenuto tanto nel vino quanto nei superalcolici solo, a concentrazione diversa) è una sostanza voluttuaria che non risponde ad alcun fabbisogno specifico dell'organismo. Non esiste una soglia al di sotto della quale possa essere considerato innocuo e al di sopra della quale possa essere considerato dannoso. Di volta in volta compaiono segnalazioni epidemiologiche secondo le quali un bicchiere di vino rosso al giorno previene il cancro della prostata, e via discorrendo. La soglia è comunque quasi sempre quella di un bicchiere di vino al giorno. Non ho mai letto nulla sulle virtù eventuali della grappa dopocena, che, per esperienza, reputo un'abitudine eccessiva e sbagliata. Da considerare poi che la suscettibilità al danno epatico da alcol è del tutto individuale, e quindi relativamente indipendente dalla dose assunta. Nel Suo caso, quindi, consiglierei, come già detto, l'esecuzione di una ecotomografia addominale per verificare la probabile presenza di steatosi epatica. Consiglierei una significativa riduzione dell'apporto di alcol, e curerei il sovrappeso mediante una dieta ed una consulenza dietologica. Dopo alcuni mesi ripeterei il dosaggio delle GGT. E' molto probabile che in questo modo i valori rientrino nella norma. Considerato che il sovrappeso e la steatosi epatica fanno parte, insieme all'ipercolesterolemia, del quadro della "sindrome metabolica", Le consiglierei un controllo, mediante visita medica, dei valori della pressione arteriosa. Infatti l'ipertensione arteriosa è un altro tassello della sindrome metabolica. Infine Le consiglierei un pò di attività fisica, nelle pause e nei momenti di riposo dalla Sua attività sedentaria. Cordiali saluti
http://www.medicitalia.it/ettorevallarino

[#4] dopo  
Utente 958XXX

Egreggio dott Vallarino, mi preme ricordarle ke ieri sono andato dal tecnico per l'ecografia al fegato come da Lei suggerito. Lo stesso mi ha risposto ke non era il caso di farne un'altra dato ke l'avevamo fatta precedentemente in data inferiore a sei mesi ma si sono accorto che invece sono trascorsi 18 mesi è precisamente 14/03/2008 Ecografia addome completo:
Fegato regolare per morfologia, dimensioni e caratteri ecostrutturali. Non dilatazione delle vie biliari intra ed extra-epatiche (coledoco=3mm) Vena porta regolare(11mm), con normale aspetto delle diramazioni intraepatiche del vaso e flusso epatopeto al color doppler. Regolari per decorso e calibro le vene sovraepatiche. A questo punto Le chiedo se è il caso di farne un'altra più approfondita e più specifica. Per quanto riguarda la pressione di solito la portavo sui 130/70 ma da circa un mese la minima ha toccato valori fino a 91. e' normale tutto questo e da cosa può dipendere. Aspettando con ansia sue notizie dato ke non ho fiducia dei medici che ho consultato, porgo Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Ettore Vallarino

28% attività
0% attualità
12% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
A questo punto penso possa stare tranquillo. Le consiglierei di seguire norme dietetiche, astensione dall'alcol e un controllo dei valori di GGT dopo 6 mesi. In caso di normalizzazione si conferma l'ipotesi metabolica. Può comunque consultare un epatologo. Cordiali saluti
http://www.medicitalia.it/ettorevallarino

[#6] dopo  
Utente 958XXX

Egreggio dott Vallarino, la ringrazio moltissimo del suo aiuto, sarà mia premura consultare un dietologo e se necessario dopo i nuovi esami consultare un epatologo. Quindi da quanto ho potuto capire data la sua esperienza, il referto dell'ecografia ha dato esito negativo sulla probabile presenza di steatosi epatica o mi sbaglio? Le chiedo un ultima cosa e poi la lascio, 18 mesi sono troppi dall'ultima ecografia addominale o è necessario ripeterla. Cordiali saluti