Utente cancellato
Gentile dottore, da sempre soffro di dolori ai fianchi che insorgono durante la corsa, si tratta di quella che è chiamata "punta" comunemente: fitte intense, provenienti dall'interno, nel mio caso talmente forti da costringermi a interrompere ogni volta la corsa. Mi vengono anche correndo piano e a volte perfino camminando. La cosa ancora strana è che non sono localizzate ad un solo fianco ma a seconda delle volte compaiono a dx o sx, a volte in basso altre volte sembrano quasi interne alla gabbia toracica. Ho provato a chiedere ad amici, atleti etc ma ognuno mi dà la sua interpretazione: a dx dovrebbe essere il fegato che funziona male, a sx la milza (ma a me vengono sia a dx che sx), la respirazione, il modo di correre..... Non so più quale possa essere la causa e, soprattutto se può trattarsi di una patologia reale degli organi interni (esami sangue finora però sempre ok)... grazie

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

Sono molti i podisti che talvolta, durante la corsa, avvertono fitte al fianco.
Tale disturbo non è dovuto a sofferenza né del fegato né della milza, ma più semplicemente ad uno stiramento di legamenti che sorreggono questi due organi; se la fitta è a sinistra, può essere dovuto ad una contrazione della milza, che necessita di un maggior fabbisogno di ossigeno durante lo sforzo fisico prolungato; il maggiore afflusso di sangue può determinare anche una maggiore pressione interna di questi organi che, comprimendo la membrana che li riveste, causano le fitte; tutti fenomeni del tutto fisiologici.
Le fitte possono essere attenuate con l'allenamento e con esercizi di respirazione.

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it