Utente 127XXX
Salve dottori, da parecchio tempo ho un problema dopo pranzo, dopo circa 2 ore dal pranzo mi inizia a salire una grande sonnolenza, il problem si presenta sia che mangi leggero che se faccio una camminata dopo pranzo, il problema inizia introno alle 3/3.30 (mangio all 1.30) ormai quotidianamente.
Il problema mi crea notevoli disagi perchè mi viene da sbadigliare continuamente, e mi sembra di essere assente, apatico con scarsa voglia di fare qualunque cosa.
Verso le 5 sparisce tutto e torna la mia vita tranquilla dove sono molto attivo e produttivo.
Ho già provato a cambiare alimentazione mangiando meno ad esempio oggi ho mangiato una fetta di carne con insalata, e un panino eppure il problema si presenta lo stesso, faccio notare che il problema non si presenta MAI la sera dopo cena, alcune volte trovo perfino difficoltoso guidare.
Piu che una diagnosi (che comunque sarebbe ben gradita) vorrei un consiglio su quale specialista dovrei consultare, se neurologo, psichiatra, nutrizionista, endocrinologo, non so nemmeno da dove iniziare.
Grazie per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,
in realtà sta prospettando lo stesso problema descritto mesi fa, ma questa volta sembra legarlo più a un aspetto di spossatezza post prandiale. Però come vede si presenta anche con pasti leggeri. Ha provato a saltare completamente il pasto o al limite fare uno spuntino a metà mattina per evitare di arrivare affamato nel primo pomeriggio?
Vorrei sapere però quali sono i suoi orari nel corso della giornata con particolare attenzione all'orario in cui va a letto la sera, se le capita di usare il pc o studiare fino a notte tarda, a che ora si sveglia al mattino durante la settimana, quante ore dorme mediamente per notte.
Io sinceramente non vedo particolari problemi se questa sonnolenza si verifica solo per due ore al pomeriggio e si risolve spontaneamente permettendole poi il pieno recupero. Probabilmente il suo organismo presenta questa esigenza che necessita di soddisfare. Un tempo era naturale un riposino pomeridiano che purtroppo i ritmi frenetici di oggi rendono anacronistico.
saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#2] dopo  
Utente 127XXX

Salve dottore, la ringrazio per la risposta, è vero il problema è sempre quello di qualche tempo fa, che spesso si ripresenta, mi è capitato, per necessità di mangiare tardi (alle 15) e solo uno spuntino, (panino) in quel caso fino alle 15 non avevo sonnolenza, e dopo, al solito anche con un panino mi assaliva il sonno. Mi sono scordato di dire che insieme al sonno ho anche un leggero senso di fame,
Allora per quanto riguarda la mia routine quotidiana faccio una vita abbastanza monotona, ovvero, vado a letto a mezzanotte, mezzanotte e mezzo, per poi svegliarmi alle 6.00, comunque molto riposato, diciamo che m sveglio naturalmente ale 6.00 anche senza sveglia,
solitamente utilizzo il PC per buona parte del pomeriggio diciamo 5 ore poichè ci lavoro, ma difficilmente la sera (anche se sono un ingegnere informatico odio il pc), dove solitamente guardo un film.
Uno cosa che m sento di dirle è che io, da sempre, non riesco a mangiare la mattina, ovvero non ho mai fatto una vera colazione, ho lo stomaco chiuso fino a tarda mattina, non riesco davvero a mangiare nulla, spesso arrivo all'ora di pranzo molto affamato.
Però ho sempre fatto così fino a 2 anni fa non avevo questo problema.
La ringrazio per avermi risposto
Saluti