Utente 202XXX
chiedo un cortese aiuto per mio cognato che 4 anni fà, in seguito ad una contravvenzione per guida in stato di ebrezza, si è presentato alla commissione medica per il rilascio della patente. Purtroppo, anche se mio cognato non beve alcun alcolico da tempo, solo coca cola, i valori del fegato risultano sballati tanto da far sospettare ai medici un uso sospetto di alcool.
Le ultime analisi del sangue riportano i seguenti valori anomali:
GLOBULI BIANCHI 13,0
PIASTRINE 444
S-ALT 83
S-GGT 139

Inoltre, su richiesta della commissione medica i seguenti esami:
alcolemia assente
cocaina nei capelli negativo
oppiacei nei capelli negativo
Ora, alla luce dei valori suindicati ed al fatto che mio cognato non tocca alcoolici da anni, ci si chiede come mai i valori del fegato siano ancora sballati e che alcuna risposta in merito sia stata data ne dal medico curante ne da due epatologi. La commissione ha però ritirato la patente a mio cognato per un periodo di tre mesi.
Chiedo cortesemente un parere perchè davvero non sappiamo dove sbattere la testa.
Almeno una indicazione su cosa fare per uscire da questa ingiustizia.
Grazie per l'aiuto.
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, naturalmente non è possibile esprimere un giudizio sulla base degli esami che ci riporta, ma immagino che suo cognato abbia fatto molti altri accertamenti se sono stati consultati due epatologi congiuntamente al medico curante. Se i colleghi non hanno fornito motivazioni cliniche, probabilmente gli altri esami eseguiti sono normali ed allora suo cognato potrebbe avere le transaminasi alte, non altissime, per esempio per disordini alimentari, è forse sovrappeso? Noi naturalmente non possiamo dare indicazioni terapeutiche, solo il curante può farlo, e quanto ho scritto è solo una "ipotesi di lavoro" se suo cognato: non ha avuto una Epatite, non beve, e l'ecografia ha magari messo in evidenza una steatosi epatica (fegato grasso).
Spero di essere stata chiara, un saluto
La consulenza e' prestata a titolo
puramente gratuito secondo lo stile MedicItalia
Dottoressa Anna Maria Martin

[#2] dopo  
Utente 202XXX

Gentilissima dr. Anna Maria Martin, buona sera e grazie per la risposta.
Mio cognato non è obeso....diciamo che ha qualche chilo in più. Forse troppo sedentario nel dopo lavoro, ma nulla di esagerato. Diciamo dai 3 ai 5 chili di troppo.
Stiamo valutando altre visite e per questo deve fare delle altre analisi per averle il più recenti possibile. Se Lei è d'accordo appena le abbiamo in mano le trasmetto tutti i valori. Potrà così avere un quadro più completo. Nel frattempo la ringrazio ancora con la preghiera di risentirci appena dopo Pasqua con le nuove analisi.
Porgo i migliori auguri ed una serena Pasqua. Cordialmente.

[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Va bene, con i limiti del consulto telematico cercheremo come al solito di dare un aiuto.
Buona Pasqua anche a Lei.
La consulenza e' prestata a titolo
puramente gratuito secondo lo stile MedicItalia
Dottoressa Anna Maria Martin

[#4] dopo  
Utente 202XXX

Gentilissima dr. Anna Maria Martin,
di seguito riporto el risultato delle ultime analisi del sangue ed il parere dell'epatologo. Sono state prescritte ulteriori analisi delle quali mi riserverò di comunicarle i risultati.
Analisi del sangue:
globuli bianchi 14.0 mila/mmc da 4.0 a 10.0
globuli rossi 5.03 milioni/mmc da 4.50 a 5.80
emoglobina 16.5 g% da 13.0 a 18.0
ematocrito 49.4 % da 40.0 a 52.0
MCV 98.2 fl da82.0 a 97.0
MCH 32.8 pg da 27.0 a 33.0
MCHC 33.4% da 31.0 a 36.0
FORMULA LEUCOCITARIA %
granulociti neutrofili 66.3% da 40.0 a 75.0
linfociti 18.0% da 20.0 a 45.0
monociti 11.5% da 2.0 a 12.0
granulociti eosinofili 3.7% da 1.0 a 6.0
granulocoti basofili 0.5% da 0.0 a 1.8
piastrine 405 mila/mmc da 140 a 400
FORMULA LEUCOCITARIA #
granulociti neutrofili 9.30mila/mmc da 1.60 a 7.50
linfociti 2.52 mila/mmc da 0.80 a 7.50
monociti 1.61 mila/mmc 0.00 a 1.00
granulociti ecosinofili 0.52 mila/mmc da 0.00 a 0.70
granulociti basofili 0.07 mila/mmc da 0.00 a 0.20

ENZIMI
aspartato aminotransferasi 34 Ul/l da 15 a 46
alanina aminotransferasi 59 Ul/l da 8 a 44
gamma glutaminatransferasi (GGT) 90 Ul/l fino a 55

PATOLOGIA CLINICA
transferrina carboidrato carente (C.D.T.) 0.6% fino a 1.3 negativo; da 1.4 a 1.6 borderline; superiore a 1.7 positivo;
alcolemia assene mg/100ml assente

Queste le analisi del sangue complete.
Invio nel prossimo messaggio l'analisi dell'epatologo.

[#5] dopo  
Utente 202XXX

REFERTO EPATOLOGO

caro collega,
ho visitato oggi il tuo paziente affetto da persistente movimento di ALT e GGT, noto dal 2007 dopo ritiro patente per positività al test alcoolimetrico.
storia mette in evidenza: ricovero in età scolare per episodi ricorrenti di sospensione di coscienza (non sarebbe emerso nessun elemento patologico); appendicectomia all'eta di 6 anni circa.
Gentilizio: padre deceduto, tabagista, a 57 anni per IMA (?); madre vivente, tabagista, in discretto benessere, negata dismetabolismi, epatopatie a carico del gentilizio.
Trattamento in atto: nessuno.
Lo stile di vita attuale si caratterizza per fumo di circa 20 sigarette al giorno; non assume bevande alcooliche dal 2007 (in precedenza solo 4/5 unità di birra solo al fine settimana.
Assume 4/5 litri di coca cola. Non fa e non ha fatto uso di sostanze stupefacenti.
Non coniugato, lavora nella costruzione di linee elettriche ad alta tensione.
Sintomatologia: nessun sintomo rilevato.
All'esame fisico ho rilevato una situazione di sovrappeso (kg 8, altezza 1.77, BMI 25.5 Kg/mq), parete addominale globosa, mobile, trattabile e non dolorabile. Il fegato si palpa a circa 2-3 cm dall'arco di consistenza lievemente aumentata. La milza non presenta polo inferiore palpabile, polo superiore delimitabile in 9° spazio intercostale sinistro sullascellare posteriore.
Ho preso visione delle indagini bioumorali eseguite in data 18/09/2010 che evidenziano GB 11000/mmc, Hb 15.8 g/dl, MCV 99.8 fL, PLT 414000/mmc, AST 25 Ui/L, ALT 49 Ui/L, GGT 93 Ui/L, alcoolemia assente, transferrina idrato carente (CDT): 0.5 (fino a 1.3).
In precedenza, in data 28/03/2009, GB 13000/mmc, Hb 15.8 g/dl, MCV 96.6 fL, PLT 428000/mmc, AST 29 Ui/L, ALT 73 Ui/L, GGT 12693 Ui/L, alcoolemia assente, transferrina idrato carente (CDT): 0.5 (fino a 1.3).
L'ecografia dell'addome superiore eseguite in data odierna presso altra sede documenta sostanzialmente la presenza di steatosi epatica con aree di diversa steatosi zonale in sede pericolecistica e parailare, calibro della v. porta dilatato (13mm), milza nei imiti di norma.
L'ecografia dell'addome superiore, eseguita a completamento della visita e della quale ti allego ilreferto, descrive un'epatomegalia con steatosi di gado lieve e diverse steatosi zonale del segmento 4. Porta lievemente ectasica con flusso regolare e non rallentato, milza nella norma (diam long: 8.7 cm circa); nulla da segnalare a carico della colecisti e albero biliare, pancreas, reni.

Questo è quanto in mio possesso. Spero possa darLe la possibilità di formulare un parere.
Cordiali saluti.

[#6] dopo  
Dr. Anna Maria Martin

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Beh la stranezza è che il parere, solitamente, lo avrebbe dovuto formulare l'Epatologo, altrimenti che ci si va a fare? O forse io ho mal interpretat: questa missiva è scritta da chi ed indirizzata a chi, non al medico curante?
Le analisi mi sembrano sovrapponibili alle precedenti e mettono in evidenza una epatopatia cronica sicuramente da curare e seguire perchè non evolva in Cirrosi (vena porta dilatata!?).
In attesa di sue notizie, cordiali saluti.
La consulenza e' prestata a titolo
puramente gratuito secondo lo stile MedicItalia
Dottoressa Anna Maria Martin

[#7] dopo  
Utente 202XXX

L'analisi è dell'epatologo, l'ultimo in ordine di tempo.
Fa riferimento alle due precedenti visite di altrettanti epatologi ed indirizza la presente analisi al medico curante.
Mi sono posto la stessa domanda, dov'è il parere?
Almeno una frase dove sia evidente l'esclusione dell'alcool dalla situazione attuale del fegato....nulla.
In tutte le analisi e nelle visite epatologhe è indicata alcolemia assente. Ma la commissione medica sospende la patente motivandola con "sospetto uso di alcool". Mi pare incredibile!!
Ora la commissione pretende una nuova serie di analisi ed un'altra visita dell'epatologo per la prossima visita della commissione medica alla data del 14 luglio.
Il problema è che 3 visite di 3 epatologi diversi ed una innumerevole quantità di analisi non hanno dato alcun risultato tangibile sulla causa dei valori anomali del sangue e fegato. Non mi illudo certo che le prossime siano quelle risolutive. Con l'ipotesi molto veritiera di un nuovo esito negativo per il rilascio della patente. C'è chi consiglia di rivolgersi ad un avvocato per la tutela.....chi invece ripone fiducia sulle nuove analisi.
Francamente io non so cosa consigliare. E Lei?
Ringrazio la Sua puntuale cortesia e cordialmente La saluto

[#8] dopo  
Dr. Anna Maria Martin

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
A questo punto si devono distinguere due aspetti della stessa problematica clinica riguardante suo cognato:
1) il mancato rilascio della patente per sospetta dipendenza da alcool: come dice Lei l'alcoolemia è risultata assente ed a mio parere non basta che una persona abbia una epatopatia per dire che beve, anzi, sono molte altre le cause o concause di una passata dipendenza. E qui arriviamo al secondo aspetto.
2) è necessario fare diagnosi e curarsi per evitare che la situazione epatica peggiori, poichè non basta smettere di bere per arrestare un processo che spesso è progressivo: patente o non patente che sia, è importante la salute.
Cosa consigliarle? Dipende da cosa sono queste altre analisi.
Se si arriva ad una diagnosi sarà utile per entrambi gli aspetti, intanto sentire un avvocato e magari un consulente di parte per dei consigli potrebbe essere utile.
Cordiali saluti.
La consulenza e' prestata a titolo
puramente gratuito secondo lo stile MedicItalia
Dottoressa Anna Maria Martin

[#9] dopo  
Utente 202XXX

Avevo già prospettato ad un legale di fiducia la situazione di mio cognato. Ho già richiesto tutte le documentazioni per istruire la pratica. Al prossimo appuntamento sarà presente anche il legale. Ovviamente si dovranno fare anche tutte le analisi datate il più vicino possibile alla data della commissione medica. Quindi attesa per circa 2 mesi. Poi vedremo la situazione epatica in quella data, eventuali miglioramenti e/o peggioramenti anche in funzione all'assunzione di unmedicinale prescritto dal medico curante per abbassare i valori GGT.
Grazie ancora per la cortesia.
Appena possibile La aggiornerò sulla situazione.
Cordialmente.