Utente 110XXX
Salve vorrei un parere sulle mie analisi del sangue che ho effettuato circa una settimana fa. Premetto che sono uno sportivo pratico corsa ad un medio livello, non fumatore, astemio peso 68.5 kg altezza 1,74 cm, assumo da circa 5 mesi Binat in compresse ed il minoxidil in lozione al 2% per la perdita dei capelli.

i risultati delle mie analisi sono i seguenti:
Ves:3 mm/h 1-10
S-Proteine totali:7.9 g/dl 6.0-8.0
S-Azotemia: 27 fino a 50
S-creatinina: 0.67 mg/dl 7.0-1.2
S-glicemia: 88 mg/dl fino a 110
Colesterolo totale:203 mg/dl fino a 200
Colesterolo hdl: 48 mg/dl 59-158
Clesterolo ldl:139 mg/dl 0-130
Trigliceridi: 88 mg/dl 60-165
Acido urico:8.5 mg/dl 2.4-7.0
bilirubina totale:1.55 mg/dl 0.00-1.00
bilirubina diretta:0.31 mg/dl 0.00-0.30
bilirubina indiretta:1.24 mg/dl 0.00-0.65
ast (got):24 U/l fino a 40
alt(gpt): 23 U/l fino a 41
gamma GT: 19 U/l fino a 41
fosfatasi alcalina:73 U/l 40-129
S-ferro:183 mg/dl 59-158
FT3:3.16 mg/dl 1.70-4.20
FT4:0.72 mg/dl 0.70-1.5
Tsh: 2.00 Uul/ml 0.25-5.00
antitireoglobulina :1000 <4.1
antiperossidasi:712.9 < 5.6
s-tireoglobulina:1.7 ng/ml 0.2-70

Premetto che osservo un'alimentazione bilanciata senza eccessi con pochi grassi, carni bianche e verdure moderatamente a causa di una colite che ogni tanto mi tormenta.Il giorno prima delle analisi mi sono allenato abbastanza intensamente perchè non ho potuto farne a meno ed ho anche assunto una compressa di Binat, potrebbero questi 2 fattori aver compromesso qualche valore? Per cortesia potreste indicarmi da che specialista dovrei andare dal momento che mi pare che vi siano sia problemi di fegato ( ferro alto e bilirubina) sia problemi renali( acido urico).

Grazie 1000 a prescindere attendo qualche indicazione.

[#1] dopo  
Dr.ssa Provvidenza Fodale

24% attività
0% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Nelle Sue analisi vi sono diversi rilievi da effettuare. L'iperuricemia: soprattutto in considerazione che Lei svolge attività sportiva, deve essere studiata (può essere primitiva o secondaria ad altre patologie), ed in ogni caso ridimensionata, al fine di evitare, tra l'altro, danni articolari. Si nota anche un notevole aumento degli anticorpi antitiroide, come se fosse in atto un processo infiammatorio autoimmunitario (tiroidite): per questo, appare utile , anche se il profilo ormonale è nel range di norma, effettuare una ecografia tiroidea e sottoporre il tutto ad uno specialista endocrinologo o internista. L'aumento del valore della bilirubinemia totale è minimo e soprattutto a carico della quota indiretta: dalla visita medica e dai dati anamnestici dovrebbe scaturire l'ipotesi diagnostica e l'indirizzo verso gli accertamenti più indicati. Potrebbe essere anche espressione di una forma a carattere ereditario, di natura benigna e oggi facilmente diagnosticabile (mal di Gilbert)
Dr.ssa Provvidenza Fodale