Utente 233XXX
Sono un ragazzo di 23 anni e vorrei chiedere un consulto a seguito di episodi che mi hanno molto spaventato in questi giorni. Le faccio una veloce anamnesi remota: a quattro mesi ho subito asportazione del rene sx, all'età di sei anni ho iniziato ad avere delle crisi convulsive che fortunatamente si sono risolte dopo una cura con il TEGRETOL fino all'età di 16 anni.
Una settimana fa, mentre stavo guardando uno spettacolo ho avuto il primo episodio: bruciore (forte vampata di calore) alla parte sinistra del torace che si estendeva anche al braccio sinistro, vampate di calore, palpitazioni avvertite nella parte centrale, laterale sinistra del torace, al collo e al braccio, sensazione come di infarto.
Dopo una settimana per due notti consecutive mi sono svegliato prima dell'alba di soprassalto con gli stessi sintomi e in più momenti alternati di vampate e tremori per il freddo, tachicardia. Ho misurato la febbre ma avevo solo 35,5 gradi e la pressione era di 90-140.
Casualmente il giorno prima del primo episodio avevo effettuato analisi del sangue ed il referto presentava tutti valori nella norma con alterati i valori di MCHC, di poco inferiori al range, e la CPK-CK che avevo a 237.(apro una parentesi sulla CPK perchè già da anni presento valori quasi sempre alterati di essa, una volta arrivò anche a più di 1000 ma il medico giustificò tale valore con la partita di calcetto che giocai 2 giorni prima di effettuare il prelievo; questa volta però ho eseguito le analisi dopo un periodo di inattività motoria di circa due mesi).

Spaventato dopo il terzo episodio sono andato in visita da uno specialista. Ha auscultato l'emitorace sinistro posteriore dicendo che il polmone era libero ma non mi ha fatto ecg nè altri esami, dicendomi che non era nulla di grave. Tornato a casa mi è successo di nuovo e ho preso una compressa di Efferalgan ma purtroppo stanotte ho avuto gli stessi sintomi per l'ennesima volta e sono molto spaventato.
Cosa potrebbe essere? La ringrazio anticipatamente per la sua risposta.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Si tratta di sintomi molto aspecifici che possono essere interpretati solo dopo una accurata visita.

Purtroppo questo è il limite del consulto online e pertanto solo il suo curante o lo specialista che l'ha seguito, ma soprattutto visitato, potrebbe rispondere alla sua richiesta.

La mia sensazione è che Lei abbia "studiato" anche troppo (^__^) quali siano le irradiazioni del dolore in caso di infarto (>>sensazione come di infarto. >> come fa a saperlo quale sia questa sensazione se non l'ha mai avuto ?)
e il significato di un incremento CPK.

Le assicuro che quanto descrive (=ansia) capitava a tutti noi studenti di medicina quando studiavamo i sintomi delle malattie. Ogni giorno ci riconoscevamo nella sintomatologia della malattia che stavamo studiando.
E non era puro caso che avessimo pressapoco la sua età.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com