Utente 810XXX
Salve a tutti.

Tre giorni fa, dopo un rapporto sessuale, ho avvertito un leggero fastidio al testicolo destro. Il giorno dopo il fastidio è rimasto lì, senza però causarmi nessun dolore vero e proprio, non mi sono perciò allarmato.
Ieri, invece, mi sono svegliato con un fastidio più marcato, sensazione di pesantezza e a volte dolore, che mi scendeva anche sulla gamba. Una visita dal medico ha escluso patologie d'ordine "urgente" e il medico mi ho consigliato di aspettare e vedere se migliorava. Ieri sera per andare a letto ho messo un sospensorio che avevo acquistato qualche anno fa perchè altrimenti avvertivo fastidio...

Durante la notte mi sono svegliato, il dolore al testicolo sembrava migliorato ma sentivo entrambe le gambe doloranti. Dopo essermi alzato ed aver avvertito che in effetti le gambe facevano male, ho rimosso il sospensorio e ho provato a rimettermi a letto. Ancora adesso avverto dolore. Il dolore è diffuso, scende dalle cosce, i polpacci e i piedi. I piedi sono freddi da questa mattina.

L'idea che ho avuto questa notte è che il sospensorio, essendo elastico, forse era un po' troppo stretto e questo potrebbe aver influenzato la corretta circolazione alle gambe. Richiamando il medico non mi ha saputo dare una diagnosi e mi ha detto di aspettare. Ora il testicolo sembra non fare più male. Potrebbe essere quello del sospensorio stretto il problema? Se fosse così quanto dovrei aspettare? O devo fare qualcosa per far passare il dolore?

Aggiungno qualche altro dato: i miei testicoli sono molto propensi a retrarsi e a muoversi, così mi ha detto il mio urologo tempo fa (che avevo avuto gli stessi dolori) per questo mi ha consigliato di evitare i box e usare solo slip che evitino troppa libertà. Infatti di fronte al dolore ho pensato che fosse stato dovuto ad un'infiammazione dovuta a quello.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Purtroppo pone un tipo di quesito a cui è possibile rispondere dopo visita diretta.

Se ha un problema di "testicolo mobile",
credo sia corretta una rivalutazione urologica.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 810XXX

Grazie della risposta.

Oggi le gambe sembrano andare meglio, ieri sera dopo una doccia calda il dolore è andato piano piano scemando. Avverto qualche dolore vario sul petto e collo, quindi immagino possa essere stata solo un po' di influenza.

L'unica cosa che mi viene da chiederle è se dovrei esserle allarmato e far valutare la questione a qualcuno, o posso lasciarmelo alle spalle tranquillamente?

Per il "testicolo mobile" chiederò una consulenza urologica più avanti, da quanto ho avuto la diagnosi (3 anni fa) questa è la prima volta che riavverto dolori, che son spariti in 2 giorni.

La ringrazio ancora.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Penso che abbia fatto quel che è giusto: coinvolgere il suo curante.

Ritengo, come detto, altresì utile,
per la sua anamnesi urologica,
la rivalutazione urologica.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it