Utente 307XXX
Buonasera,
Sono una mamma casalinga di 34 anni e ho da poco scoperto di essere celiaca. Seguo una dieta aglutinata da poco più di due mesi, in maniera molto ligia.
Inoltre sono ipotiroidea, mi è stata diagnosticata la tiroidite di hashimoto a 17 anni, sono in cura con eutirox 150, 1 al di.

Da circa due anni, in seguito ad una seconda gravidanza, ho cominciato ad accusare vari disturbi digestivi piuttosto vaghi, frequenti ma non attribuibili ad alcun alimento in particolare. Inizialmente sono stata indirizzata ad una psicoterapeuta per presunta ansia ma dopo mesi di terapia non ho visto alcun miglioramento, anzi da agosto dello scorso anno le difficoltà digestive sono aumentate e mi sono decisa di mia volontà a rivolgermi ad un gastroenterologo. Dopo vari accertamenti, compresa gastroscopia, ho scoperto appunto di essere celiaca e di avere un'infezione da helicobacter con lieve gastrite cronica. Ho seguito la terapia per l'eradicazione quasi due mesi fa e nel contempo anche la dieta.
Ho avuto subito benefici a livello digestivo e un miglioramento dello stato di salute generale che prima della diagnosi era pessimo.
Ma permane un forte senso di spossatezza, soprattutto verso tardo pomeriggio, mi impedisce di svolgere normali attività, non riesco neppure a concentrarmi. Mi sento molto debole ed intontita ma non ho propriamente sonno. Se sono a casa mi limito a stare a letto, se sono fuori casa invece ho continui capogiri. Ho notato che questa sintomatologia si presenta con più severità nell'ultima settimana del ciclo.
Ci può essere relazione con la celiachia? O dovrei fare altri accertamenti? I valori della tiroide sono corretti, sono lievemente anemica e la pressione si aggira di solito sui 70/100, sono normopeso e seguo un'alimemtazione varia.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Preve

44% attività
0% attualità
16% socialità
CONCESIO (BS)
LIVORNO (LI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
1) sta effettuando una terapia farmacologica in particolare? (oviamente oltre ad eutirox)
2) ha cambiato od assunto qualcosa di diverso nel corso dell'ultimo periodo (cioé ha cambiato il farmaco da una casa farmaceutica a qualcun altra)?
3) Vit B12 e folati, GOT, GPT, gamma GT, bilirubina totale, ferritina e sideremia, transferrina, emocromo con formula risultano nella norma (per escludere qualche tipo di anemia)
4) i valori della tiroide sono nella norma TSH, FT4, FT3 (considerantdo il trattamento che sta facendo)? ha mica rifatto gli anticorpi anti TSH e anti TPO per la tiroide?
5) avendo lei degli sbandamenti potrebbe essere presa in considerazione una visita otorinolaringoiatrica.
6) se tutti gli accertamenti sono nella norma va considerato anche la possbilitá di disturbo psichico (ma prima gli altri accertamenti devono essere valutati e confermati nella norma o invariati rispetto ai precedenti dallo specialista che al segue o dal suo medico di famiglia).
Cordiali saluti.
Dr. Matteo Preve
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia Cognitiva