Utente 330XXX
Salve , mi chiamo Kamila ed ho 18 anni, 170 cm di altezza e 60 kg . Ho il fattore V di Leiden eterozigote e quindi una maggiore possibilità di coagulazione del sangue. Da circa due mesi avverto che il mio corpo sta accumulando una serie di sintomi che non avevo mai avuto prima. In primis ho vertigini e capogiri durante quasi tutta la giornata, poi sento come se avessi la testa ovattata e come se fossi dentro una bolla , ma questo solamente nella parte sinistra della testa; sento che la forza nel mio braccio sinistro sta diminuendo e quando stringo il pugno , dallo sforzo (cosa che non succede nella mano destra) , mi trema la mano senza che io possa farci niente e il tutto è accompagnato da dolore al polso sx e leggero gonfiore del pollice e della parte sotto. Ho provato con pomate e fasciature ,pensando di averlo sforzato in qualche modo, ma non cambia niente. Ho perso 5 kg nel giro di due mesi , senza aver fatto nessuna dieta. Ultimamente ho iniziato ad avere problemi di concentrazione e a volte mi rendo conto che faccio cose senza accorgermene ( ad es. consapevole metto il cellulare in borsa o nello zaino , magari vado a pettinarmi in bagno , torno e lo cerco disperatamente per tutta la camera , accorgendomi molto tardi che in realtà l'ho messo in borsa). Ho iniziato quindi a prendere qualche caffè al giorno , pensando che fosse stanchezza , ma nonostante tre o quattro caffè , ho comunque una pressione più bassa della norma (pur essendo anche una fumatrice abituale). Soffro sempre il freddo. Infine sento come se avessi sempre 24h su 24 un peso sopra il petto che mi opprime più del solito quando entro in ambienti troppo caldi o troppo affollati (es. centro commerciale). Volevo sapere se sono sintomi abbastanza allarmanti da fare qualche visita o se non devo preoccuparmi e tutto può essere causato dallo stress. Inoltre che analisi mi consiglierebbe di fare? Grazie in anticipo per la pazienza di aver letto la mia richiesta.

[#1] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Cara amica, sicuramente farei una visita per vedere se ai suoi sintomi soggettivi corrispondano rilievi obiettivi!
A distanza è difficile dire di cosa si tratti anche se l'insieme farebbe pensare ad una sindrome ansiosa!
Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia