Utente 951XXX
Profilo paziente
Mia madre ha 67 anni, pensionata ma non fa una vita sedentaria, và spesso in bici, non fuma, non beve alcolici e ha un alimentazione normale e abbastanza controllata.

Malattie particolari avute, precedenti diagnosi ed interventi subiti:

Le febbri di Malta in giovane età
Intervento di prolasso genitale
Diverticoli
Ablazione al cuore
Tiroide

Farmaci assunti prima degli esami
Prima di eseguire tali esami la signora assumeva giornalmente il seguente farmaco:
Eutirox 75, assunto in quanto la soffre di ipertiroideo.
Ha assunto per 10 gg e sospeso prima delle analisi il farmaco Lanzoprazolo Teva 30 mg a causa dell’ernia ietale.
Rifacol per 7gg ogni 40gg.

Ecografia dell’addome superiore 20/08/08
FEGATO: di volume regolare, a margini regolari, ad ecostruttura omogenea. Vascolarizzazione regolare. Non sono rilevabili lesioni occupanti spazio.
VIE BILIARI: intra ed extraepatiche di calibro regolare. Colecisti in sede, a parete regolare, priva di calcoli.
PANCREAS: regolare per dimensioni ed ecostruttura.
MILZA: regolare per dimensioni ed ecostruttura.
VASI ADDOMINALI: asse venoso mesenterico-spleno-portale di calibro regolare. Tratto aortico addominale di calibro regolare con note di ateromasia.
RENE DESTRO: in sede; di dimensioni regolari; non sono rilevabili immagini riferibili a calcoli o ad idronefrosi.
RENE SINISTRO: in sede; di dimensioni regolari; non sono rilevabili immagini riferibili a calcoli o ad idronefrosi.
LINFONODI: indenni

CONCLUSIONI: REPERTO ECOGRAFICO DELL’ADDOME SUPERIORE NELLA NORMA


Esami del 27/08/08

Biochimica clinica
Substrati
Colesterolo * 244 mg/dl [130 - 200]
Valore “desiderabile secondo le indicazioni fornite da NCEP (USA) e dalla Task Force Europee: < 190 mg/dl

Enzimi
Amilasi *** 1089 U/l [57 – 220]
Lipasi 31 U/l [13 – 60]

Visita Gastroenterologica urgente del 2/09/2008

ANAMNESI: pensionata, non fuma, non beve alcool, apetito regolare, alvo alterno (precedente diagnosi di malattia divincolare in trattamento con rifaximina). Sottoposta in passato ad ablazione del nodo del seno per aritmie. In trattamento con Eutirox per ipotiroidismo. Nel 2004 e anche in precedenza riscontro di ernia iatale con gastrite HP positiva. In agosto visitata al PS per dolore epigastrico e per cardiopalmo. Negli esami notata amilasi elevata con lipasi normale. Il dato è stato poi confermato
ESAMI: colesterolo 244, amilasi 1089, lipasi 31, TSH 6.2, fT4 12
ECO: normale
ESAME OBIETTIVO: lieve dolenzia alla palpazione all’epigastrio
CONCLUSIONI DIAGNOSTICHE: sospetta macroamilasemia idiopatica
TERAPIA: nessuna al momento, eventuale uso di PPI per breve periodo se si accentuerà la sintomatologia
ULTERIORI ACCERTAMENTI PROPOSTI: richiedo esami. Se l’amilasi urinaria sarà normale la diagnosi sarà confermata. In caso contrario controllo da noi
OSSERVAZIONI: la macroamilasemia è legata ad una formazione di complessi di amilasi che non riescono ad essere espulsi correttamente nelle urine. La condizione è completamente benigna


Esami del 09/09/08

Biochimica clinica
Enzimi
Amilasi *** 563 U/l [57 – 220]
Lipasi 43 U/l [13 -60]

Diuresi
Diuresi 1650
Il calcolo dei parametri urinari è strettamente correlato alla corretta Raccolta del campione di urica di 24 ore.

Amilasuria
Amilasi urinaria 691,0 U/l [0,0 – 1200,0]
Amilasi urinaria / 24ore * 1140,1 U/24h [0,0 – 1000,0]


Visita Gastroenterologica del 18/09/2008

L’amilasi urinaria è normale ma la determinazione sulla 24 ore è superiore alla norma; anche se rimango convinto della diagnosi farei per sicurezza, fra tre mesi, amilasi, creatina sia sul sangue, sia sulle urine delle 24 ore (per calcolare la clearance delle amilasi)

Esami del 27/11/08

Biochimica clinica
Substrati
Creatinina 0,81 mg/dl [0,50 – 0,90]

Filitrato glomerulare calclato (MDRD STUDY EQUATION)
Maschio nero afroamericano 123 ml/min/1.73 mq
Maschio non afroamericano 101 ml/min/1.73 mq
Femmina nera afroamericana 91 ml/min/1.73 mq
Femmina non afroamericana 75 ml/min/1.73 mq
Il calcolo differenziato in base a sesso, età e razza è valido per la popolazione adulta maggiore > 18 anni riferito ad una superficie corporea standard (1,73 mq)
CUT OFF per rischio di insufficienza renale: 60ml/min / 1,73 mq

Enzimi
Amilasi *** 1052 U/l [57 – 220]

Diuresi
Diuresi 1900
Il calcolo dei parametri urinari è strettamente correlato alla corretta raccolta del campione di urina di 24 ore

Creatinina urinaria
Creatinina urinaria 37,5 mg/dl
Creatinina urinaria / 24 ore * 712,5 mg/24 h [800,0 – 2800,0]

Amilasuria
Amilasi urinaria *** 1828,0 U/l [0,0 – 1200,0]
Amilasi urinaria / 24 ore *** 3473,2 U/24 h [0,0 – 1000,0]



Servizio di endoscopia digestiva 10/12/2008

Premedicazione: Xilocaina faringea
Indicazioni: Epigastralgie

Indagine: ESOFAGOGASTRODUODENOSCOPIA

Strumento: GIF – Q

Esofago: Normacanalizzato, cardias incontinente con presenza di ernia con presenza di ernia iatale di discrete dimensioni con erosione lineare al suo interno.

Stomaco: Regolare

Duodeno: Regolare fino alla seconda porzione

Conclusioni: Ernia iatale con erosione

Biopsie: no

Complicanze: no

Visita Gastroenterologica del 15/12/08
Pota nuovi esiti; non ha sintomi ad eccezione di epigastralgia. EGDS: ernia iatale con erosione. Amilasi 1052, creatinina 0.81, amilasi urinaria 3437, creatinina urinaria 712. Calcolo della clearance delle amilasi 3.7 (VN 1-5). Confermo la diagnosi di macroamilasemia idiopatica; utili controllo ecografico con amilasi, lipasi, CEA e Ca 19-9 fra sei mesi. Per la erosione a livello dell’ernia iatale consiglio PPI per due mesi.

Farmaci prescritti a seguito delle visite mediche
A seguito di tali esami il medico le ha prescritto il Lansoprazolo Teva 30 mg 1 al giorno e continua a prendere l’Eutirox 75.

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino

40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, ma qual'è in definitiva il suo quesito?
Dr. Vincenzo MARTINO

[#2] dopo  
Utente 951XXX

Salve,
mi scusi... nell'attenzione allo scrivere tutte le informazioni possibili per dare una descrizione più accurata possibile della situazione mi sono dimenticato la domanda. :)

Il quesito che ci ponevamo, visto che finora nessun medico ci ha dato una risposta chiara, è il perchè dei valori così sballati dell'amilasi.

I dottori hanno detto che valori simili relativi al pancreas in genere si trovano in soggetti che hanno dipendenza da alcool o che fanno uso di droga, e mia madre non appartiene a nessuna delle 2 categorie.

Mia madre sta abbastanza bene e non ha particolari problemi se non quelli menzionati nella descrizione del paziente precedentemente fatta.

Grazie.

[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino

40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, come più volte ribadito dai referti da lei riportati, trattasi di una anomalia del tutto benigna e vista la normale funzionalità pancreatica, priva di alcun significato clinico.
Stia pure tranquilla.
Saluti
Dr. Vincenzo MARTINO

[#4] dopo  
Utente 951XXX

Intanto la ringrazio per la risposta.

Seppur benigna e non provocando (allo stato attuale) nessun problema funzionale, pur sempre di anomalia si tratta che nella logica delle cose dovrebbe evere una sua causa ed eventualemente una sua risoluzione.

Non si può nemmeno ipotizzare una causa di questi valori davvero troppo fuori dai limiti?

Grazie.