Utente 114XXX
E' circa un anno che mia figlia di 14 anni soffre periodicamente di dolori addominali e febbre intermittente. Da 20 giorni circa la situazione è pecggiorata, in quanto i dolori sono persistenti ed anche la febbre.
Il dolore è centrale, all'altezza dell'ombelico, dolorante anche al tatto. La febbre va da 37,5 a 38,3, l'evacuazione è un pò irregolare. Vedendo una certa colorazione giallina della sclera il medico le ha fatto fare per due volte analisi generali dalle quali è risultato che la birilubina totale è 2,50 e quella indiretta è 2,40. La VES va da 7 a 11.Altri valori alterati sono: MCH 31,6 PDW 18,7 RDW 15,3 Sideremia 176, Proteine totali 8,4, albumina 5,09 gamma 1,5. Esame feci, coprocoltura e parassiti:negativo, esame urine negativo. Cyto IgG e IgM neg. - Monotest neg. - Toxo IgG 177,0 IgM neg. L'ecografia addominale, ripetuta due volte, ha dato esito negativo, così pure la palpazione dell'addome.
Anche se a volte la febbre scompare, la ragazzina continua a sentirsi debole e non ha certo una bella cera.
Il medico non sa più che dirmi.

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
L'elevato valore di IgG della Toxoplasmosi, la febbre e la bilirubina indiretta piuttosto alta dovrebbe suggerire al suo Medico di Famiglia di studiare attentamente gli indici di funzionalita' epatica e sottoporre la ragazza a visita da uno Specialista in Malattie Infettive.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com