Utente 119XXX
buongiorno, scrivo per un consulto.mia madre(48anni)alla fine di maggio ha qualche linea di febbre, ai primi di giugno la febbre sale a 39 con innumerevoli dolori al petto, salvo poi accorgersi che i linfonodi del collo si sono igrossati.il medico le ha prescritto una cura di antibiotico e cortisone.la febbre è sparita ma i linfonodi no,fino a qualche giorno fa si sentiva stanca, ora invece sta recuperando le forze e i linfonodi stanno pian piano diminuendo il loro gonfiore..cosa può essere?qualcosa di grave?il medico le ha prescritto una seria di esami ma io, soggetto molto ansioso, non riesco a stare tranquilla..confido in una vostra risposta.
grazie!

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sulla causa della febbre Lei stesso ci scrive che il suo curante sta indagando tramite una serie di esami.

E' normale che i linfonodi reattivi (=reagiscono ingrossandosi) siano rilevabili per periodi anche lunghi di tempo.

https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=40590

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/lifonodisentinella.htm
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com