Utente 825XXX
Salve..è da alcuni giorni che ho questo problema e nn so cosa fare.
Mi alzo infatti la mattina, faccio la mia solita colazione composta da yogurt, cereali, caffè e succo di frutta e dopo un pò vado al bagno.
Tuttavia non è regolare perchè faccio la diarrea..molto poca per un paio di volte e poi basta.
Capita poi durante il giorno che ho dei dolori al basso ventre e poi basta.
Non so come comportarmi..oggi ho preso l'enterogermina ma se nn passa??
Cosa potrebbe essere?
Associato a questo nn ho altri sintomi.
Grazie mille per la risposta.
Buona giornata

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,
scorrendo le sue varie richieste, non ho capito ne se lei è uomo o donna (), ne l'età visto che la sua scheda ha scritto 26 e poi dice 34.

questo potrebbe essere preso come una pignoleria, ma così non è.

non riferisce di assumere farmaci al di fuori di quello che ha scritto in questa richiesta.

per quanto riguarda i dolori non sembrano essere associati al problema intestinale e qui in base al sesso potrebbero esserci delle variabili, per esempio la richiesta se ha eseguito visite ginecologiche (ma con quelle premesse lei capisce...).

pertanto, in questa solo mia confusione, direi che la cosa migliore sarebbe di andare dal suo medico curante per farsi visitare lui potrà decidere se fare accertamenti e quali potrebbero essere quelli utili.

cordiali saluti
Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2] dopo  
Utente 825XXX

ha perfettamente ragione..sono una donna e ho 26 anni.
tranne la pillola (il gracial) non assumo altri medicinali e non soffro di alcun problema.
A febbraio mi hanno però diagnosticato un calcolo al rene sinistro.
Non è un fatto ereditario in quanto nessuno della mia famiglia a questo tipo di precedenti.
Grazie e attendo una Sua risposta.
Buon pomeriggio

[#3] dopo  
Prof. Marco Catani

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile signora,

ora lo posso scrivere! senza incorrere in errore.

può immaginare quando in base alla sequenza delle sue richieste ha poi chiesto una informazione per il suo ragazzo... ognuno fa nella sua vita quello che vuole, nulla di male, nessun pregiudizio, ma di certo non avrei potuto chiederle della visita ginecologica, alla quale lei non ha però ancora risposto.

mi sembra, insisto, che possa non esserci un collegamento tra i dolori addominali ed il sintomo diarrea, sempre con il beneficio del dubbio in relazione al mezzo che stiamo utilizzando.

la presenza di questo ulteriore elemento, la litiasi renale, potrebbe confondere o rendere ancor più complessa la questione.

sarebbe opportuno chiarirne la dimensione e la posizione ed inoltre ch progetto terapeutico esiste per il trattamento de calcolo.

rimango in attesa.

cordiali saluti
Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#4] dopo  
Utente 825XXX

si in effetti ha ragione..avevo chiesto un consulto per il mio compagno!
l'ultima visita ginecologica che ho fatto era tutto perfettamente nella norma.
per quanto riguarda il rene ho fatto l'ecografia ed è sabbioso e si trova nel rene sinistro.
Mi hanno detto i medici del pronto soccorso di bere molto ma non mi hanno dato alcun medicinale per "combattere" eventualmente qualche colica renale che potrebbe verificarsi in futuro.
Mi hanno dato semplicemente dei consigli alimentari ma nulla di più e inoltre mi hanno detto, nel caso in cui si verificasse ancora qualche colica, di fare delle punture di voltaren e muscoril insieme.

Buona giornata

[#5] dopo  
Prof. Marco Catani

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
una ulteriore cosa qualora dovessero ricapitarle questi dolori, sarebbe opportuno cercare, qualora dovesse emettere il calcolino, di riuscire a prenderlo e portarlo al laboratorio di analisi per farlo studiare.

per poter far questo dovrebbe raccogliere la pipi e filtrarla.

potrebbe, in base alle caratteristiche del calcolo, in alcuni casi, con una dieta riuscire ad evitare successivi spiacevoli episodi.

buon fine settimana e cordiali saluti
Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale