Utente 132XXX
ho 47 anni e dopo 40 gg. di invalidita totale e 154 gg di invalidita' parziale ho chiuso il sinistro che era aperto con l'assicurazione aziendale. l'infortunio e' avvenuto mentre lavoravo, dove cadevo su pavimento non a norma e riportavo contusione zigomatica parte destra, la fuoriuscita di ernie cervicali , lesione ulnare e rottura di alcuni denti. sto facendo ancora fisioterapia, sedute da osteopata e ginnastica medica, tutte a pagamento. dalla caduta ho riportato anche attacchi al trigemino con frequenza settimanale. ho un avvocato che segue la pratica ed ho effettuato una mia perizia dal medico legale che mi ha dato 8 punti di invalidita'.
vengo successivamente convocata dal perito dell'assicurazione dell'azienda, il quale dopo avermi visitata scrupolosamente mi dice che il danno non e' da poco e che secondo lui avrei dovuto fare causa all'azienda. cosa ne pensa del punteggio del mio perito? ora sto aspettando la risposta dall'assicurazione per l'indennizzo.
so solo che la mia vita e' cambiata e devo imparare a convivere con il dolore e che dovro' fare fisioterapia per molto tempo ancora( tra l'altro tutta a pagamento)
anche il patrocinio del lavoro mi aveva consigliato di fare causa ma poi?
gia' al lavoro mi rendono la vita difficile ora perche' essendo impiegata, faccio molta fatica a lavorare al computer e questo me lo fanno pesare. mi rendo conto che la mia posizione lavorativa e' invalidante ma d'altro canto l'azienda non si e' mai preoccupata di me e di come stavo.
cosa mi consiglia?
grazie

[#1] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente,
essendo già stata visitata direttamente da due colleghi (anche se su versanti opposti) ritengo che, sulla scorta di quanto da lei indicato, la valutazione può essere a grandi linee corretta (in questi casi è indispensabile la visita diretta).
Chiaramente deve attendere l'esito della trattativa per quanto attiene all'assicurazione dell'azienda.
Per quanto attiene all'infortunio sul lavoro sotto tutela Inail ho letto in altro suo quesito che le è già stato indicato un patronato quale punto di riferimento.
Ha effettuato questa visita?
Buona giornata
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#2] dopo  
Utente 132XXX

BUONASERA,
LA RINGRAZIO PER LA RISPOSTA.
SONO STATA VISITATA CIRCA 3 MESI FA DA UN PERITO CHE LAVORA PER IL PATRONATO. HANNO RICHIESTO RICORSO ALL'INAIL, IN QUANTO INIZIALMENTE L'INAIL MI AVEVA LIQUIDATO PER UNA SEMPLICE DISTORSIONE CERVICALE, MA SUCCESSIVAMENTE HO AVUTO UN PEGGIORAMENTO NON INDIFFERENTE.
STO ANCORA ATTENDENDO CHE MI CHIAMINO.
ANCHE IL PATRONATO MI AVEVA CONSIGLIATO DI FARE CAUSA ALL'AZIENDA, IN QUANTO I POSTUMI SONO SIA INVALIDANTI PER LA MIA MANSIONE SIA INSUFFICIENTEMENTE INDENNIZZABILI(ANCHE DALL'ASSICURAZIONE AZIENDALE) PER TUTTE LE SPESE CHE DOVRO' SOSTENERE IN FUTURO.
LE FARO' SAPERE
GRAZIE