Utente 155XXX
buongiorno, a seguito di un tatuaggio fatto un anno fà da un tatuatore considerato tra i migliori della nostra città, il pigmento rosso contenente solfuro di mercurio, mi ha causato un linfoma (eseguita biopsia). vari consulti con medici dermatologi e chirurghi mi hanno detto di doverlo asportare chirurgicamente altrimenti, con il laser, rischierei una linfopatia. il tatuaggio è mlto grande e copre tutto il polpaccio, la gamba è bruttissima da vedere e mi sento a disagio nel portare le gonne o nell'andare in piscina. stò spendendo un sacco di soldi per rimediare a questo danno. vorrei cortesemete sapere il punteggio di "invalidità" per questo tipo di danno biologico permanente. grazie e buon lavoro

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Il caso è particolare e necessita di ulteriori informazioni: in primo luogo l'esito esatto della biopsia (referto istologico). In ogni caso non è possibile attualmente valutare il danno biologico, dovrà prima effettuare l'intervento chirurgico e poi alla stabilizzazione della situazione potrà essere valutato il danno da un medico-legale con una perizia di parte.
Ma poi come utilizzerebbe la perizia medico-legale ?
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona