Utente 923XXX
buonasera,

vi chiedo gentilmente un aiuto per gestire un' annosa situazione accaduta a mia mamma.
due anni fa' ha dovuto fare un impianto a tre denti arcata superiore destra, eseguita dal dentista di fiducia. avendo cambiato domicilio è dovuta ricorrerere ad un altro professionista per un controllo di routine.
le è stata consigliata una TAC per visionare una situazione poco chiara ad altri denti e si è evinto che la precedente operazione è stata impiantata in modo totalmente errato sull'osso del setto nasale, avendo mia madre poco osso.
il secondo professionista ci ha dunque consigliato di sentire un medico legale per poter sporgere denuncia, in quanto il lavoro che dovrà subire mia mamma per sistemare la situazione sarà importante e da un punto di vista economico e medico.
essendo il dentista di fiducia, siamo letteralmente sbigottiti. le chiedo gentilmente come posso/ devo procedere anche solo per verificare che quando comunicatoci, corrisponda al vero.

Ringrazio infinitamente

C.

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

per valutare se le precedenti cure odontoiatriche sono state fatte male, deve fare esattamente quanto consigliato dal nuovo dentista, cioè consultare un medico-legale, il quale si avvarrà a sua volta di un dentista di fiducia per valutare la situazione e, se del caso, si redigerà un parere collegiale.

Attenzione, però, sarebbe meglio, anche se non indispensabile, che la situazione sia valutata prima che si metta mano ai lavori di riparazione.

https://www.medicitalia.it/minforma/medicina-legale-e-delle-assicurazioni/239-colpa-medica-malasanita.html

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 923XXX

la ringrazio per la risposta.

mi sembra dunque di capire che la prima cosa da fare è cercare un medico legale affinchpè si possa fare una sorta di "perizia". successivamente lui stesso valuterà se vi è stata o meno imperizia ed è dunque consigliabile adire le vie legale (non so bene invece cosa sia un parere coleggiale).

le chiedo se può rispondermi ad alcune domande:
1) presumo che la perizia abbia un costo che sarà a nostro carico. mi saprebbe gentilmente quantificare di che cifra stiamo parlando,
2)è possibile avvalersi di un medico legale del tribunale (quindi non privato)?
3)potrebbe conigliarmi un professionista nella mia città?


mi scuso ma è la prima volta che mi capita di vivere una situazione di questo genere e non so davvero da che parte iniziare!

Grazie,

C.