Utente 412XXX
Buonasera Egregi Dottori,
sono già stato dichiarato invalido al 35% per un disturbo distimico.
Quando ho passato la visita avevo anche portato un esame audiometrico (sono ipoacusico) in cui si evidenziava una perdita uditiva bilaterale che andava dal 50% ai 250 Hz ai 65 sugli 8.000,
questa ipoacusia però non mi ha dato nessuna percentuale di invalidità e sul verbale è riportato “nc”.

Adesso vorrei fare la domanda di aggravamento in quanto il mio udito (neurosensoriale) è peggiorato in entrambe le orecchie e ho cercato, mediante la tabella sottostante (che ho trovato in rete) non riesco però a capire se ho qualche possibilità che il mio peggioramento possa essere sufficiente ad aggiungere un altro 15%; non riesco a decifrarla e per questo chiedo il vostro aiuto.

D.M. 5 febbraio 1992
Approvazione della nuova tabella indicativa delle percentuali d'invalidità per le minorazioni e malattie invalidanti.
Terza parte: Tabella dei deficit uditivi - Punteggio % di invalidità
70-80 0
85-95 1 4.5
100-110 2 6 9
115-125 3 7 10 13.5
130-140 4.5 8 11 15 18
145-155 6 9 12 16 19 22.5
160-170 7 10 13.5 17 20 24 27
175-185 8 11 15 18 21 25 28 31.5
190-200 9 12 16 19 22.5 26 29 33 36
205-215 10 13.5 17 20 24 27 30 34 37 40.5
220-230 11 15 18 21 25 28 31.5 35 38 42 45
235-245 12 16 19 22.5 26 29 33 36 39 43 46 49.5
250-260 13.5 17 20 24 27 30 34 37 40.5 44 47 51 54
265-275 15 18 21 25 28 31.5 35 38 42 45 48 52 55 58.5
70-80 85-95 100-110 115-125 130-140 145-155 160-170 175-185 190-200 205-215 220-230 235-245 250-260 265-275

ORECCHIO MIGLIORE (somma delle perdite uditive in dB per le frequenze 500-1000-2000Hz)
(Taratura Audiometrica ANSI 1969, ISO 1975)
*** ORECCHIO PEGGIORE (somma delle perdite uditive in dB per le frequenze 500-1000-2000 Hz.

Questa è la tabella, ora, siccome facendo la somma della mia perdita in dB per le frequenze 500-1000-2000hz nell’audiogramma (dell' ASL) che ho adesso, la somma è 195 (65% di perdita a 500 -1000 -2000 Hz sia all'orecchio dx che a quello sn); secondo voi (e la tabella) è sufficiente per ottenere il 15% da aggiungere al 30% che ho già? o per ottenere anche un misero 15% per ipoacusia bisogna essere sordomuti? (visto che alla precedente visita non mi è stato riconosciuto neppure un 5% per l’ipoacusia?)

Inoltre, poiché ho un certificato di un Ortopedico di Ospedale Pubblico dove c’è scritto che soffro di lombalgia (sono stato operato di ernia discale 8 anni fa) ………. Ipertrofia dei muscoli paravertebrali . . . . . . . facile affaticabilità . . . . . . . . . . (altra cosa che non riesco a leggere) ma le ultime parole sono: di grado moderato;
vorrei anche chiedervi se questa lombalgia e il certificato che ne attesta la presenza, se possono permettermi di ottenere un’ulteriore 10% o se non sarà minimamente presa in considerazione.

Ringraziandovi anticipatamente per il cortese aiuto, porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
lìipoacusai per i valori da lei dati (cod 4005) da' ,da sola, il 36%. A atle percento va aggiunto il disturbo distimico
dott Sergio Funicello
Spec Medicina legale e Chir d'Urgenza
Dirigente medico legale ASL

[#2] dopo  
Utente 412XXX

Egregio Dottor Funicello
La ringrazio tantissimo per la delucidazione e vorrei anche cortesemente chiederLe:....... la lombalgia di cui soffro, potrebbe darmi un ulteriore 15% o è di grado troppo “moderato” per consentire anche la minima percentuale ?

Grazie ancora.
Cordialità

[#3] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
per stabilire ciò bisogna visitare e vedere radiogrammi
dott Sergio Funicello
Spec Medicina legale e Chir d'Urgenza
Dirigente medico legale ASL

[#4] dopo  
Utente 412XXX

Chiedo scusa, quando ho riscritto questa domanda non compariva la risposta già gentilmente datami dal Dr. Funicello e quindi pensavo che fosse andata persa.

Comunque non avevo scritto che nel certificato ci sono scritte altre cose che non riesco a capire (per la scrittura del dottore) ma, oltre i disturbi che ho elencato nella precedente domanda, mi sembra ci sia anche scritto:
"difficoltà a compiere i movimenti di ? " .....il passaggio da questa posizione alla stazione eretta......
"la deambulazione sulle punte e sui talloni" .......
"parestesia" .......
"riduzione dello spazio L5 - S1 con
rep. di o_ _ ndilo _ _ indice di aggravamento patologico".

Grazie ancora.
Cordialità

[#5] dopo  
Utente 412XXX


Mi perdoni, Egregio Dr. Sergio Funicello, ho controllato in rete tutte le tabelle per invalidità e non ho trovato in nessuna che è prevista una percentuale d'invalidità per la lombalgia;
Lei però mi ha detto che per stabilire se questa potesse farmi avere un'ulteriore 15% bisognerebbe visitare e vedere radiogrammi.

Io sono in possesso di RX colonna lombo-sacrale eseguiti quasi 2 anni fa dove c'è scritto: "si rilevano minimi segni di spondilosi con riduzione in ampiezza della rima intersomatica L5 - S1, come per discopatia (già stata operata in neurochirurgia).
Parziale schisi dell'arco posteriore di S1 ”

Qualora queste RX sono indice di un buon stato di salute della colonna e non possono avallare neanche la minima percentuale di invalidità …….. in questo caso …… la sola visita, unitamente al certificato dell’ Ortopedico dell’ Ospedale Pubblico (dove fra le altre cose c’è anche scritto: difficoltà a compiere i movimenti di _ _?_ _ il passaggio da questa posizione alla stazione eretta - parestesia - riduzione dello spazio L5 - S1 con rep. di spondilosi indice di aggravamento patologico) possono bastare a farmi ottenere un ulteriore 15% o anche solo un 10% per la mia lombalgia che diventa sempre più “invalidante” ? o è inutile che io nutri questa speranza ?

Chiedo ancora scusa per questa mia fisima.
Cordiali saluti e Grazie.

ps: Errata corrige: avevo scritto “ipertrofia” invece di “ipotrofia”

[#6] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
la lombalgia è un sintomo e non una patologia Bisogna vedere cosa la provochi e quanto influisca sulla sua vita quotidiana.
SSarebbe opportuna una visita ortopedica o fisiatrica o reumatologica presso struttura pubblica.
Valuti lo specisliata quanto divenga sempre piu' invalidante la lombalgia
dott Sergio Funicello
Spec Medicina legale e Chir d'Urgenza
Dirigente medico legale ASL

[#7] dopo  
Utente 412XXX

Capisco, Egregio Dr. Funicello!

comunque la visita presso un ospedale pubblico l’ho già fatta con un Ortopedico e poiché questi nel suo certificato ha scritto che ho parestesie - facile affaticabilità – dolore dorso/lombosacrale – e segni di spondilosi indice di aggravamento patologico, allora spero che ciò sia sufficiente affinché mi venga riconosciuto il cod. 7007, cioè la spondilolisi ed il 7% ad essa relativa (Lei crede che “posso farcela”?).

Volevo altresì chiederLe se il 36% di invalidità che Lei mi ha detto deve corrispondere alla mia ipoacusia, se verrà decurtato di 9 punti in quanto posso essere protesizzato (così come ho letto in una tabella) e quindi scendere al 27% effettivo.

La ringrazio ancora tanto per la sua gentile disponibilità e per tutte le delucidazioni che mi ha dato.
Cordialità

[#8] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
io non decurto mai perchè ritengo non un obbligo la protesizzazione
dott Sergio Funicello
Spec Medicina legale e Chir d'Urgenza
Dirigente medico legale ASL

[#9] dopo  
Utente 412XXX

Mi perdoni Dr. Sergio Funicello . . . . (so per esperienza personale che la protesizzazione non è un obbligo, anche perché in ambienti non silenti i benefici sono pari allo zero) ma . . . . la decurtazione non è automatica? o invece è ha discrezione della commissione ?

In una tabella di invalidità vi è scritto che . . . “la riduzione dell'invalidità nei casi di ipoacusia protesizzabile è stata fissata in 9 punti e riguarda tutte le ipoacusie pari o inferiori a 275 dB sull'orecchio migliore! al di sotto di tale livello di perdita viene automaticamente applicata una riduzione di 9 punti proprio in base alla possibilità dell'applicazione di un apparecchio protesico che può garantire in modo totale o parziale il ripristino funzionale dell'apparato uditivo”.

[#10] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
questo è scritto, ma in pratica non si fa mai
dott Sergio Funicello
Spec Medicina legale e Chir d'Urgenza
Dirigente medico legale ASL