Utente 338XXX
Buongiorno.
Un anno fa mi è stata riconosciuta una invalidità pari al 40% (grave condropatia femoro-rotulea, lombalgia cronica, disallineamento posturale).
Ora vorrei presentare una domanda di aggravamento inserendo patologie differenti da quelle esibite alla prima visita.
In sintesi:
piedi piatti, deviazione setto nasale e riduzione dell’olfatto. Sono inoltre risultato positivo a vari allergeni e mi è stata diagnosticata un’asma allergica.
Volevo sapere, se possibile, se con queste patologie avrei diritto ad un aumento della percentuale di invalidità e raggiungere un punteggio pari a 46%.
Infine: alla visita di aggravamento, dovrò mostrare nuovamente la documentazione (fotocopie degli originali rilasciati alla commissione) relativa alla prima visita di invalidità oppure no?
In attesa di risposta porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Pasquale Bergamo

36% attività
16% attualità
12% socialità
SCALEA (CS)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Salve. Penso che le "nuove" patologie sopravvenute, documentate sia da esame obiettivo e sia da esami strumentali, possano farle superare agevolmente il 46%. Credo che la documentazione delle sue menomazioni debba essere sempre esibita, se richiesta, in sede di accertamento medicolegale collegiale, anche se la sua invalidità civile sia stata già valutata.
Saluti
dr Pasquale Bergamo

[#2] dopo  
Utente 338XXX

Gentile Dott. Bergamo,
La ringrazio per la sua risposta.

Volevo domandarle: per quanto riguarda la documentazione delle mie menomazioni che presentai la prima volta che feci domanda di invalidità, è sufficiente la fotocopia di cui sono in possesso (l'originale lo consegnai alla Commissione di prima istanza)?

Grazie nuovamente.

[#3] dopo  
Dr. Pasquale Bergamo

36% attività
16% attualità
12% socialità
SCALEA (CS)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Lo faccia presente alla commissione e porti pure con sè le copie.
Rinnovo i saluti e in bocca al lupo!
dr Pasquale Bergamo