Utente 145XXX
Salve, spero di trovare una risposta adeguata alle problematiche che mi attanagliano da quasi tre anni, ho 31 anni (no gravidanze no attività fisica di alcun tipo) nel giugno del 2007 ho avuto un incidente sul lavoro una collega mi ha schiacciata contro il muro, colpendomi sul pube con un muletto tipo transpallett da allora la mia prima diagnosi è stata "pubalgia" a causa del dolore intenso sul pube e di ematomi organizzati e cisti sovrapubiche poi sono seguite problematiche di tipo urologico: minzione a scatti e rara. Da lì esame urodinamico completo il quale dimostra un quadro di ipertono dell'uretra con associata instabilità detrusoriale ma l'urologo dice che il dolore che io sento, (che parte dal pube e si irradia alla radice delle cosce) non è dovuto a questo problema e mi consiglia una visita neurologica; il neurologo mi prescrive un ecografia muscolo tendinea del pavimento pelvico la quale evidenzia: “entesite degli adduttori” per cui consigliano visita fisiatrica; il fisiatra accerta tale problematica visitandomi e prescrivendomi riposo assoluto e laser terapia e streaching degli adduttori.dopo aver eseguito tali terapie per circa 6 mesi e nel contempo sotto consiglio dell'urologo sono dimagrita ben 15 kg. il problema al pube non si è mai tolto così ho deciso parlandone con il medico curante di fare una "TAC ART SACRO ILIACHE SDMC" dove mi hanno riscontrato :Aspetto minimamente addensato del versante iliaco di entrambe le SSI inferiormente,con aspetti diffusi di degenerazione vacuolare bilaterali,maggiori a dx.
Si apprezza bilateralmente lieve diastasi delle superfici articolari affrontantisi di entrambe le SSI e minima diastasi della sinfisi pubica (6 mm),che presenta note artosiche
la mia domanda poichè mi sembra di impazzire se io prima dell'incidente non avevo nessun disturbo e dal momento che non ho avuto mai gravidanze e nè tanto meno ho fatto sport questo disturbo può essere stato causato dall'incidente? e come devo fare per accertarlo? Ringrazio anticipatamente della risposta

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Ci potrebbe essere una correlazione tra il trauma riportato e i disturbi lamentati, il caso è complesso, Le suggerisco di andare ad un Patronato per un esame della documentazione e per la visita e per l'effettuazione di nuovi esami specialistici,, successivamente potrebbe chiedere l'aggravamento all'INAIL.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Utente 145XXX

EGR. Dott.GOLIA LA RINGRAZIO PER LA RISPOSTA E LE SAREI MOLTO GRATA SE POTESSE SUGGERIRMI GLI ESAMI DA POTER FARE PER L'ACCERTAMENTO DEL DANNO SONO ISCRITTA AL PATRONATO MA IL MEDICO LEGALE NON MI SEMBRA TROPPO INFORMATO DIFATTI PRIMA CHE ESEGUISSI LA TAC MI LIQUIDO' DICENDO CHE ERANO PROBLEMATICHE NON INERENTI ALL'INCIDENTE ORA HO RIPRESO UN NUOVO APPUNTAMENTO MA CREDO CHE NON MI CHIAMINO NEPPURE E POI NON HO MOLTA FIDUCIA;INTANTO LA FISIATRA MI HA PRESCRITTO DELLE TEREPIE AL MUSCOLO PERINEO PERCHE' DICE CHE POTREI ALLEVIARE I MIEI DISTURBI ;
VOLEVO CHIEDERLE IO SOLLEVO SEMPRE PARECCHI CHILI OGNI GIORNO A LAVORARE PERCHE' SONO UN ADDETTA ORTOFRUTTA CON CARICO E SCARICO MERCI POTREI ALMENO CHIEDERE UN CAMBIO MANSIONE VISTO CHE L'INCIDENTE E' TRA L'ALTRO AVVENUTO A LAVORO? E POI PERCHE' SPESSO DOPO IL LAVORO SONO COSTRETTA A SDRAIARMI E PRENDERMI ANTIDOLORIFICI PERCHE' DOPO TALE ATTIVITA' MI VENGONO DOLORI FORTISSIMI AL PUBE E SPESSO SI POTRAGGONO PER GIORNI IL FATTO CHE SOLLEVO PESI AGGRAVA LA MIA SITUAZIONE FISICA?
LA RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE PER LA RISPOSTA