Utente 193XXX
Circa due anni fa sono stato vittima di incidente stradale in cui risulto parte lesa. Dato che mi recavo al lavoro, l'inail ha anche riconosciuto l'infortunio in itinere.

Da circa un mese, su indicazione inail (che mi ha assegnato anche rendita d'invalidità), ho quindi ripreso il lavoro.

Tuttavia, il medico ospedaliero che mi segue (a tuttora) non mi ha ancora dichiarato clinicamente guarito.

Persistono, inoltre, ancora leggeri sintomi: questo non mi impedisce - nell'insieme - uno stile di vita 'normale' se si eccettuano piccoli fastidi ed il fatto che, per ora, non posso praticare sport o lunghe passeggiate (cose per me importanti).

Quando sarò clinicamente guarito con postumi da valutare in sede medico-legale, il periodo di tempo su cui sarà valutato il rimborso dell'assicurazione RCA della controparte includerà i giorni fino alla guarigione clinica o fine alla ripresa dell'attività lavorativa ?

Grazie anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

va distinta nettamente la prognosi clinica dalla prognosi medico-legale
a volte combaciano, spesso no

perché è diversa la criteriologia del medico-legale rispetto al clinico;
il medico-legale considera soprattutto l'impatto che il periodo di guarigione delle lesioni ha in concreto sulla vita di tutti i giorni e sulla particolare attività lavorativa del soggetto

naturalmente, nessuno ha la bacchetta magica e ogni valutazione va fatta con estremo buon senso, senza esagerare nè in difetto nè in eccesso.


http://www.medico-legale.it/danno_biologico.html
https://www.medicitalia.it/minforma/medicina-legale-e-delle-assicurazioni/163-danno-persona.html
http://www.medico-legale.it/calcolo_del_danno_biologico.html

Cordiali saluti
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it