Utente 205XXX
Gent.le Dottore,
vorrei chiederle una consulenza medico legale riguardo a un incidente stradale in cui, dopo essere stata investita a piedi da un auto, ho subito una frattura scomposta di tibia e perone. A un anno dall'incidente, la pratica relativa al risarcimento dei danni subiti sembra essere giunta alla fine nonostante tra qualche giorno io debba subire un nuovo intervento per la rimozione del chiodo. Non sarebbe corretto aspettare l'intervento e la riabilitazione per effettuare un'analisi corretta dei danni che l'incidente mi ha arrecato? Ho avuto l'impressione che siano stati sottovalutati i danni subiti, soprattutto dal momento in cui ho subito un accorciamento della gamba e sono costretta a portare un plantare che necessariamente mi creerà non pochi disagi sia dal punto di vista pratico che psicologico. Queste problematiche che sono subentrate in seguito alla visita iniziale, non dovrebbero essere prese in considerazione con maggiore attenzione e non, come suggerisce il mio avvocato, essere comprese nella voce "postumi"? Vorrei capire se secondo lei è adeguata la procedura di valutazione e in caso contrario come posso comportarmi per un risarcimento adeguato.
LA RINGRAZIO PER L'ATTENZIONE PRESTATAMI. CORDIALI SALUTI

[#1] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente,
la sua intuizione è corretta (chiaramente non conoscendo il caso il mio parere è francamente parziale).
Suggerisco di informare di questa situazione il suo specialista in medicina legale che la sta seguendo e parlarne con tranquillità, valutando le varie opzioni.
Vedrà che non ci saranno problemi anche per effettuare ulteriori visite ed accertamenti.
Buona serata
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#2] dopo  
Utente 205XXX

La ringrazio per il suggerimento, provvederò al più presto a contattare il medico che mi sta seguendo.
Intanto, se non le dispiace, potrebbe esprimere un parere circa il punteggio di invalidità che assegnerebbe ad una simile valutazione medico-legale?
“Esiti di frattura biossea scomposta esposta della gamba sinistra:
- Lieve eterometria in minus (plantare sinistro con rialzo di 2 cm circa)
- Ipotonotrofia muscolare
- Lieve deficit funzionale ginocchio e caviglia sinistra
- Modica angolazione con atteggiamento in intrarotazione del piede
Esiti di trauma contusivo-distorsivo del rachide lombo-sacrale e frattura del coccige in sede distale
Sindrome soggettiva post-cranio traumatica con aspetti di somatizzazione
Esiti cicatriziali multipli configuranti un danno estetico e lieve incidenza funzionale”
La ringrazio per l'attenzione.

[#3] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente,
non è abitudine di questo sito fornire numeri di percentuale di danno proprio perché la visita diretta è dirimente per attribuire il punteggio più corretto.
Che percentuale le ha riconosciuto il suo specialista in medicina legale?
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#4] dopo  
Utente 205XXX

Gent. Dottore,
Il mio medico legale mi ha assegnato 20 punti.
Il medico dell'assicurazione ne ha confermati 17.
Secondo Lei, da quanto le ho scritto precedentemente, i punti assegnati sono giusti?
Il fatto che io debba operarmi di nuovo per la rimozione del chiodo, è da considerare come fattore aggiuntivo alla pratica oppure come ha suggerito il mio legale l'operazione rientra nei "postumi" ?

Secondo Lei dovrei richiedere un'ulteriore visita dal mio medico legale,cambiarlo oppure chiedere un consulto ad un altro medico legale?

Qualora mi suggerisse di cambiare medico legale, è possibile mettermi in contatto con lei?
La ringrazio.
Cordiali saluti.

[#5] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente,
come mia abitudine non sottopongo a visita i pazienti che sono su questo sito.
E come è abitudine di questo sito non si pongono valutazioni percentuali se non di massima in quanto occorre sempre una valutazione diretta dei postumi.
In merito alla rimozione del chiodo è chiaro che potrebbe ridurre l'entità dei postumi ma al tempo stesso bisogna considerare l'ulteriore periodo di malattia, di spese necessarie per la successiva riabilitazione ed anche il rischio che non tutto vada per il verso giusto (rischio non frequente ovviamente).
Buona fortuna
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni