Utente 239XXX
Salve,
a causa di un incidente stradale, ho riportato la frattura composta pluriframmentaria base I metatarso e il distacco parcellare del I cuneiforme.
Sono stata ingessata per 30 giorni e sottoposta a due cicli di fisioterapia.
Ancora adesso accuso dolore e fatico a camminare.
La compagnia assicuratrice mi ha offerto la somma di € 5.000 (cinquemila) senza comunicarmi come l'importo sia stato quantificato.
Potreste dirmi quanti punti di invalidità mi dovrebbero esser riconosciuti e dunque se la somma offerta è congrua?
Grazie infinitamente

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

la valutazione della congruità della somma offerta per un risarcimento in sinistro stradale non è di competenza del medico legale, in quanto le voci che determinano tale importo si basano su calcoli che non riguardano aspetti medici.

In ambito medico-legale, previo esame della documentazione sanitaria e visita diretta della persona lesa, è possibile effettuare la valutazione del danno biologico (in percentuale), delle giornate di inabilità temporanea assoluta e parziale, l'eventuale inabilità specifica ed un giudizio sulla ascrivibilità ed opportunità delle spese sanitarie sostenute.
Altrimenti, qualsiasi valutazione, anche ipotizzata, risulterebbe aleatoria.

Per ottenere risposta attendibile al Suo quesito è necessario che consulti uno studio legale con esperienza nel settore infortunistico stradale.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]