Utente 211XXX
il mio compagno, si trova in una situazione veramente paradossale, avrei bisogno di capire come uscirne e/o come potrebbe reagire la commissione,Voi siete medici come loro penso un parere possiate darmelo.Nel settembre 2009 è stato trovato in possesso di un modestissimo pezzo di hascis (una micro caccola, dimenticata in un angolo della tasca da chissà quanto) ok...ritiro patente per un mese...amen...quell'chè è giusto è giusto.Arriviamo a Aprile 2010 arriva una lettera della Motorizzazione civile dove veniva informato che era stato aperto un provvedimento di revisione patente, nient'altro,allora è stata nostra cura chiamare la Motorizzazione e Medicina Legale per capire cosa fare.Ci è stato risposto che sarebbe stato contattato per presentarsi alla Commissione medica.Passa il tempo nessuno ci contatta, noi chiamiamo più volte e ad un certo punto addirittura scocciati ci rispondono sempre di aspettare. Passa più di un anno arriviamo a fine maggio 2011 arriva una lettera della Motorizzazione che dichiara l'inadempienza al provvedimento.Scatta il panico e le corse per capire cosa è successo.Risaliamo dopo mille peripezzie che la raccomandata dove veniva invitato a presentarsi è stata ritirata dal nostro legale e che la smarrita e non ci ha avvertito. Per fortuna lui ha ammesso l'errore e ha contattato tutti gli enti competenti sia con lettera sia telefonicamente.Noi corriamo a prenotare la visita la prima disponibile, la commissione lo manda a fare gli esami urine capelli, vedendo che ha i capelli corti, sempre portati molto corti, e peli assenti o quasi di natura.Il gg stesso va a fare gli esami, gli fanno solo le urine perchè dicono che i capelli sono infufficenti.Ora siamo al 17 giugno noi il nove luglio ci sposiamo, abbiamo fatto presente tutto a tutti con documentazione che comprova le nostre dichiarazioni, non c'è il tempo materiale di aspettare che i capelli crescano, e se lo avesse saputo, oviamente avrebbe fatto in modo di avere i capelli più lunghi, per quanto lui abbia una crescita lenta.Il nostro terrore è che la commissione ci dica niente patente fino a che non abbiamo anche il capello anche se l'esame delle urine è negativo.
Siamo certi della negatività delle urine, e se lo avessero fatto anche del capello, è arrivato al punto di dire di rasarlo anche completamente pur di farlo, ma niente non c'è stato verso, ora lui a circa 1,5 cm. sulla parte alta e 1 cm nuca e lati...Aiuto!!!!!!Esiste una piccola possibilità che accettino di rinnovare la patente anche solo per due tre mesi in attesa che ricrescano per poi sottoporsi nuovamente?

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,

l'esame tricologico che si deve sostenere per la revisione di patente consiste nel prelievo di una certa quantità di capelli (circa 1gr), che verranno tagliati quanto più possibile in prossimità dell'attaccatura del capello.
Il campione deve avere una lunghezza di 3-4 cm circa.
Non è consigliabile presentarsi con i capelli rasati a zero o in prossimità dello zero, perchè in questo caso verrà chiesto di prelevare un campione di peli da qualche altra zona corporea.
Tutti i peli, indistintamente, sono utili alla valutazione tricologica ed in mancanza di un campione adeguato senza motivi medici precisi e documentati, ciò si potrebbe rivelare controproducente.

Tenga presente che in genere la Commissione valuta la situazione specifica caso per caso e, nella maggioranza dei casi, prescriverà di ripetere tutto l'iter a 3, 6 o 12 mesi di distanza.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 211XXX

Dr Mascotti la ringrazio vivamente per la sua rispota, purtroppo per una serie di quasi incredibili circostanze ci siamo trovati in questa situazione, non era assolutamente intenzionale e spero che la commissione lo capisca. Non ci crea nessun problema sottoporci nuovamente a tutto l'iter,in quanto siamo tranquilli sul esito negativo, dagli errori si impara! l'unica preoccupazione e che all'arrivo degli esami delle urine e non del capello loro ci dicano ,niente patente fino a che....il mio compagno sarà lui stesso a proporre alla commissione di rifare gli esami al rientro del viaggio di nozze, non tagliandosi più i capelli in un mese e mezzo dovrebbe avere la lunghezza almeno minima, cosa che avremmo già fatto se ci fosse pervenuta la "chiamata" in tempo utile.
Nella speranza di essere esaminati da una commissione "ragionevole", anche se c'è da dire che per nostra fortuna in tutto questo caos creato da un errore non imputabile a noi, esiste una documentazione che prova ciò che affermiamo.....
Grazie spero tanto che Lei abbia ragione e che la Commissione valuti tutto, non solo che il campione non era sufficiente.