Utente 183XXX
Buongiorno,
mio cugino è stato in comunità per uso di cocaina. Ora è fuori e sembrerebbe chesia "pulito". Ogni tanto (non so ogni quanto) effettua l'esame del capello, ma l'ultima volta che è andato per effettuarlo, è rientrato in casa dicendo che aveva i capelli TROPPO LUNGHI e quindi non gli avevano fatto l'esame, dicendogli di tornare con i capelli più corti. E' possibile ciò? Io (nella mia ignoranza sul contesto) pensavo che dovesse esserci una lunghezza minima e non massima. Ho sempre paura che possa rifare qualche passo falso e sono preoccupata.
Vi ringrazio anticipatamente e certa di una vostra risposta, porgo cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

le sostanze stupefacenti assunte da una persona lasciano tracce nei suoi capelli, e nei peli in generale.
Data la stabilità di tali tracce, una sostanza può essere rilevata con l'esame del capello molto tempo dopo il suo uso, in funzione della lunghezza del capello stesso, che cresce di circa un centimetro al mese.
Se ad esempio il soggetto da esaminare ha capelli lunghi circa 10 cm, si può risalire nel tempo all'assunzione di cocaina di oltre 6 mesi prima.
Con il test tossicologico sul capello si possono evidenziare inoltre anche tracce di marijuana, oppiacei (eroina, morfina e codeina), anfetamine e MDMA.
Per quanto è a mia conoscenza, i capelli lunghi non sono d'impedimento all'effettuazione dell'esame, mentre in caso di calvizie o capelli troppo corti l'esame viene effettuato su altri peli corporei (in genere i peli della regione pubica).

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]