Utente 153XXX
Domanda;

Viste le lunghe attese del sistema sanitario nazionale ho prenotato una visita intramoenia con un primario di un ospedale della mia citta. Ieri ci sono andato, ho pagato ben 132 euro, mi ha visitato e mi ha consigliato di fare un esame in day hospital presso il suo reparto. Acconsento e chiedo di prendermi appuntamento in quanto sto molto male. Il professore chiama la caposala la quela davanti a lui mi dice che per prendere appuntamento dovro nuovamente tramite Recup prenotare una "prima visita" con il professore e solo in quel caso potro accedere alla lista per l'eseme.

Ma scusi non possiamo prenderlo subito? no signore e una questione ETICA, non sarebbe giusto farla passare avanti alle altre persone che non possono permettersi una visita intramoenia.

Mi scusi rispondo io, ma che ETICa fate, non solo dovro prenotare una visita gia fatta, non solo dovro aspettare oltre 4 mesi (visti i tempi di attesa che mi avevano fatto preferire la visita intramoenia) ma come se non bastasse dovro ripagare anche i 40 euro del ticket.

Non si proccupi, tanto i tempi di attesa per l'esame sono lunghi e cosi facendo non perderà ulteriore tempo.

Sono rimasto come un deficente, considerando che sono un operaio e 132 euro per guadagnarmeli devo lavorare 12 ore, possibile che sia un comportamento etico questo? non pretendevo di passare avanti, ma mi aspettavo almeno di aver la possibilita di prenotare in modo normale e non di rifare tutto da capo.

La mia domanda e questa: Si puo avere un comportamento simile? Ma sopratutto, vista l'etica di questa gente, mi dovrei fidare a mettergli in mano la mia salute dopo un comportamento simile??

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

secondo quanto Lei riferisce, l'accesso all'esame in regime di Day Hospital che Le è stato prescritto sembra essere vincolato alla visita da parte del primario.
Ora, ammesso che ciò sia stabilito dall'organizzazione interna del reparto (ed esclusivamente per motivazioni cliniche), non appare comprensibile perchè il primario stesso, nello stabilire l'indicazione all'intervento, non La possa inserire nella lista d'attesa (ovviamente secondo il turno al momento disponibile).
Sembra inoltre strano che il medesimo primario, come Lei riferisce, non sia a conoscenza di tale insolita procedura, che viene invece puntualizzata dalla zelante Caposala.
Non ho esperienza diretta del funzionamento dei reparti ospedalieri della Sua zona, tuttavia esiste presso le ASL la possibilità di presentare reclami agli URP (Uffici relazioni con il Pubblico) anche per via telematica, cosa che Le consiglio vivamente.

Distinti Saluti.


Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 153XXX

Infatti e quello che non ho capito neanche io. Tra l'altro non intendevo passare davanti a nessuno ma almeno far partire la lista dal momento della visita e non tra 4 mesi quando faro la "nuova finta visita in ssn".

La caposala mi ha fatto il discorso davanti al primario. A dire il vero l ho richiamata anche nei giorni scorsi per vedere se avevo capito male ed invece mi ha confermato quanto detto.

Ora l unico motivo plausibile a questo comportamento sarebbe "fare numero di pazienti e richieste" anche perche ho scoperto che al reparto oltre ad essere stati tagliati i fondi, hanno anche chiuso il reparto di degenza. Che mi consiglia? Potrei chiamare il centralino del reparto?

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

mi scusi, ma non ho capito perchè vorrebbe chiamare il centralino del reparto (per prenotare o per reclamare?)
Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#4] dopo  
Utente 153XXX

No per capire se il reparto è chiuso e se è normale prassi "ridare una prima visita in ssn". In ogni caso ho chiamato l'ospedale il quale mi ha detto che "il reparto" effettua ancora visite, ma la degenza è sospesa, vedranno con la prossima manovra del governo.

Ora mi domando: Questa strana richiesta della "secondo visita in ssn" per mettersi in lista per l'esame in Day Hospital, non essendo prassi comune quale scopo ha? E se dopo il primo esame in Day Hospital avro necessita (come gia mi è stato detto) di essere ricoverato che altro si inventeranno considerando che il reparto degenza è sospeso?

Ho l'impressione che mi stanno fregando e non so' come comportarmi!

[#5] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

a quasto punto l'unico consiglio che posso darLe (e secondo tale principio io pure sono solito comportarmi) è quello che in materia di salute è necessario avere piena fiducia nei sanitari cui ci si affida; se tale rapporto fiduciario si è incrinato, sarebbe opportuno cercare un'alternativa, ovviamente che si dimostri valida ed affidabile.
Si consulti anche col Suo Medico di Medicina Generale, e veda se Le prospetta qualche altra soluzione.

Ancora Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#6] dopo  
Utente 153XXX

Non e tanto la fiducia, visto che questo prof mi è sembrato a posto, ma la stranezza della richiesta che mi fa pensare "per quale motivo plausibile" puo averlo fatto...

Lei con la Sua esperienza che risposta si darebbe???