Utente 305XXX
Salve, vorrei sapere una cosa riguardo la visita per il rinnovo della patente B. A me la patente è stata ritirata nel 2005, e da allora devo presentarmi alla commissione regolarmente. All'inizio mi rinnovavano la patente per periodi di sei mesi, e poi per periodi di un anno, come accade tuttora. Tutte le volte che ci sono stato, ho dovuto presentarmi con i risultati degli esami del sangue. Questo è successo anche oggi; gli esami erano a posto, a parte i trigliceridi, ma per robetta da poco: avevo un valore di 166 su un massimo di 150. Ho fatto la visita come al solito, poi sono andato nell'altra stanza a ritirare la documentazione necessaria per la prossima visita, e lì mi hanno detto che la patente mi era stata rinnovata per un altro anno e che quando tornerò lì l'anno prossimo -e qui sta il nocciolo della questione- non servirà che io porti gli esami del sangue, ma (oltre naturalmente ai bollettini eccetera) solamente il certificato del centro salute mentale che io frequento essendo affetto da un disturbo paranoide di personalità.
Allora io vi scrivo per avere ragguagli su questa novità, vorrei sapere perché non mi è più richiesto di portare le analisi del sangue. Non è che mi aspetta qualche sorpresa, di qualsiasi tipo essa sia?

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

se Le hanno comunicato che i referti degli esami del sangue non saranno necessari, penso che semplicemente l'idoneità alla guida non risulta pregiudicata da patologie evidenziabili con tali esami.

Distinti Saluti.

Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 305XXX

Grazie dottore per la Sua pronta risposta, ma vorrei precisare che a me la patente era stata ritirata nel 2005 per essermi gettato in macchina in una scarpata. Ne ero uscito illeso, ma ero andato comunque al pronto soccorso, e lì erano arrivati anche i carabinieri, che mi domandarono cosa avessi bevuto quella sera. Io dissi loro la verità: tre birre e due havana cola, così loro mi ritirarono la patente per sei mesi senza nemmeno farmi l'etilometro. Passato tale periodo, riebbi la patente per sei mesi, al termine dei quali dovetti presentarmi in commissione patenti. Lì mi domandarono: "Ma lei beve?" E io risposi un'altra volta dicendo la verità: "Sì, bevo due birre al fine settimana", perché non sapevo che con le medicine che prendevo e che tuttora prendo per il mio disturbo mentale non avrei potuto bere assolutamente niente, anche quando non guidavo. Allora mi ritirarono di nuovo la patente per altri sei mesi, e quando ritornai in commissione me la ridiedero, ma poi dovetti sempre presentarmi lì a intervalli prima di sei mesi e poi di un anno.
Quello che mi pare strano è che finora mi hanno sempre chiesto gli esami del sangue per controllare che non bevessi; quest'anno mi hanno chiesto addirittura il CDT Test, senza il quale non mi avrebbero nemmeno fatto la visita e che comunque è risultato negativo (avevo un valore di 1,5). Adesso invece, tutto d'un botto, non mi chiedono più niente di tutto ciò.
Lei che ne pensa? E a quali patologie si riferisce nella Sua risposta precedente?
La ringrazio per l'attenzione e per l'aiuto.

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

un proverbio dice che "non bisogna fasciarsi la testa, prima di rompersela", e questo è quanto mi pare opportuno nella Sua situazione attuale:
Fra un anno, quando dovrà presentarsi alla visita per il rinnovo della patente, valutarà il da farsi.
Nel frattempo si astenga dall'assunzione di bevande alcoliche, soprattutto se deve guidare, ed assuma regolarmente le terapie che il Centro di Salute Mentale Le prescrive.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]