Utente 841XXX
BUONGIORNO, SONO RICONOSCIUTO COME PERSONA CON HANDICAP CON RIDOTTE CAPACITà SUPERIORI A DUE/TERZI, LA MIA DOMANDA è QUESTA:
VORREI AVERE UN "MANSIONARIO" DELLE ATTIVITà CHE I POSSO SVOLGERE SUL POSTO DI LAVORO, DEI TURNI E SE DEVO LAVORARE SEMPRE IN PRESENZA DI COLLEGHI... A CHI DEVO RIVOLGERMI?BASTA IL MIO MEDICO DI FAMIGLIA? GRAZIE.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

se nell'esercizio della Sua attività lavorativa, secondo il DVR (documento di valutazione dei rischi) Lei è sottoposto a sorveglianza sanitaria ai sensi del D.Lgs. 81/2008, il "Medico Competente" della Sua Azienda è la figura che, in occasione delle visite periodiche, formalizza l'idoneità alla mansione specifica con le opportune limitazioni o prescrizioni, ed alla quale può rivolgersi per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro (e ciò anche indipendentemente dal riconoscimento di invalidità o di handicap).

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 841XXX

La ringrazio per la sua cortese risposta, sono d'accordo con ciò che lei ha scritto, però io potrei comunque rivolgermi a qualcuno (asl o medico di famiglia) per poter sentire il loro parere dato che secondo me faccio cose che non sono consone?

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

senz'altro può sentire il parere del Medico di Medicina Generale, oltre che dei clinici che La seguono per le infermità da cui è affetto.
Tenga comunque presente che chi eventualmente formalizzerà eventuali limitazioni e/o prescrizioni è il Medico Competente dell'Azienda, il cui giudizio è vincolante per il Datore di Lavoro.

Ancora Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]