Utente 140XXX
BUòNGIòRNò MI SCUSò PER LE ò ACCENTATE MA LA TASTIERA NòN FUNZIòNA BENE,,,,VòLEVò CHIEDERLE QUESTò,,, IL MIò INFòRTUNIò INZIATò IL 3 DI AGòSTò DURA FINò AL DUE SETTEMBRE CòMPRESò,MA Iò IL GESSò Lò TòLGò IL 4 SETTEMBRE E IL 5 SETTEMBRE Hò LA VISITA ALL'INAIL,VòLEVò SAPERE SUCCEDE QUALCòSA SE Iò MANDò IL PRòLUNGAMENTò DELL'INFòRTUNIò ò LA CHIUSURA IL 5 DI SETTEMBRE AL MIò DATòRE DI LAVòRò? CI PERDò QUALCòSA ò DEVò AGIRE IN MòDò DIVERSò? E UN ULTIMA DòMANDA, PUò CHIUDERE L'INFòRTUNIò ANCHE IL MIò MEDICò DI BASE òNDE EVITARE DI ANDARE PER FòRZA ALL'INAIL PER CHIUDERLò ò PRòLUNGARLò? PòSSò FARE ANCHE CòSI?
GRAZIE MILLE PER LE RISPòSTE CHE MI DARà

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

premetto che per le norme di Netiquette del web non bisogna usare lo STAMPATELLO; la prego, quindi, per la prossima volta, di evitarlo.

Il medico di famiglia può fare sia il prolungamento d'infortunio che la sua chiusura.
I certificati vanno consegnati in azienda, la quale poi li comunicherà all'INAIL

Per ulteriori info sull'argomento:
infortunio inail
http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=articoli&id=4

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it