Utente 489XXX
Non so se sono stata chiara a ill'ustrare quando mi successo


Gent. Dottori

Dopo una recidiva da cancro al seno la Beffa.

Nel 2006 fui operata di cancro al seno con che mio radioterapia e herceptin per 12 mesi.
Feci domanda per accompagnamento e invalido civile ,ASL di competenza mi chiamò, a visita e mi assegnò, l’invalidità e l’accompagnamento dal 1 giugno 2006 per 12 mesi e poi dovevo andare a visita di controllo.
Nel frattempo l’inps mi calcolò le mie spettanze con gli arretrati,che io incassai fino a dicembre 2006.
Nel mese di novembre 2006, fui chiamata a visita di controllo dalla commissione medica di verifica dal verbale mi hanno concesso solo l’invalidità civile al 100% e che avevo 60 giorni di tempo per presentare ricorso io da incompetente non avevo letto, che il verbale era a decorrere dal30/06/2006 e non feci, nessun ricorso perché avevo ipotizzato visto che ho fatto solo 6 cicli di che mio mi hanno tolto l’accompagnamento. Nessuna comunicazione da parte dell’inps che mi ha continuato a pagare l’assegno d’invalido civile fin qui tutto bene.

Nel novembre 2010 dai controlli che ripetevo ogni 6 mesi, risultano una recidiva allo sterno e ai due polmoni subito messa sotto terapia con che mia avastin e cometa, presento una domanda per l’accompagnamento che mi è concesso.

L’inps mi calcola le mie spettanze: euro3411.73, negli ultimi righi ce scritto somme non dovute, e trattenuta da questa direzione provinciale motivazione 100-recupero debito numero 000010150..

Mio marito si è recato agli uffici dell’inps e gli stampano una comunicazione di liquidazione, con data 30 gennaio 2007( la informo che la pensione numero 0000000 cat.invciv a lei intestata è stata ricalcolata a decorrere dal 1 giugno 2006 per le modalità di restituzione sarà inviata una successiva comunicazione.

Che, io ero debitore lo saputo per la prima volta il giorno 23 agosto 2011

Se, avessi ricevuto la comunicazione di riquilidazione avevo, tutto il tempo per andare da un legale farmi consigliare cosa fare, e stavo, in tempo per fare, ricorso alla commissione medico di verifica.

Il fatto che non ho mai ricevuto la comunicazione per restituzione di un debito che solo l’inps era a conoscenza.

Se, non mi fossi ammalato per la mia sfortuna è, la loro fortuna

E, poi dopo 5 anni per loro leggerezza io ho dovuto pagare una somma di 3477.18.

Cosa posso fare per avere quanto si sono presi.

In attesa di un vostro consiglio grazie.

Distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

l'argomento del quesito riguarda gli aspetti amministrativi dell'erogazione di benefici economici dell'invalidità civile, che non rientrano nella materia medico-legale.
Le suggerisco di rivolgersi, per tali aspetti, ad un Ente di Patronato di Sua fiducia.

Distinti Saluti.

Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 489XXX

Grazie