Utente 645XXX
Buonasera a tutti Voi gent.mi dottori,
ancora una volta mi trovo a chiedere un vostro prezioso consulto e quindi gia anticipatamente Vi ringrazio.
Parto dall'inizio dicendo che nel maggio 2002 ebbi un incidente strdale ,che mi fu riconosciuto come infortunio ad itinere nel quale riportai una lesione del condilo femorale,lesione del menisco mediale esterno,lesione cartilaginea del ginocchio e 14 punti di sutura sulla fasci muscolare del quadricipite.Allora per queste lesioni mi fu dato in un primo momento il 6% poi su ricorso e collegiale l'8% anche se non so se sia stato il giusto!Comunque questo è passato!
Poi sfortunatamente nel marzo 2009 ebbi un infortunio rovinoso sul lavoro che mi porto una lesione del legamento peroneo-astralgico alla caviglia sx,una lesione del corno posteriore del menisco mediale interno sx ed una lesione del gleno-omerale medio alla spalla dx.
In seguito a questo incidente sono stato valutato più volte perchè all'inizio mi diedero il 3% e ,poi il 5% e infine riconoscendomi anche la lesione al legamento della spalla mi hanno dato l'8% che però sommato al vecchio 8% mi hanno confermato in tutto il 14%.
Ora so che i calcoli vanno fatti non matematicamente ma sinceramente tutto questo mi sembra troppo poco,infatti vorrei sapere da vostra valutazione medico-legale secondo voi,lasciando perdere il primo infortunio del 2002,ma un danno che è una lesione del legamento della caviglia sx,una lesione del menisco sx,e una lesione del gleno-omerale dx come può essere valutata cioè quanto vale in punti percentuali?
E poi,se dovessi sommarli al vecchio 8% a quanto potrei sperare di arrivare?
Non capisco perchè in questa Italia si debba sempre elemosinare cio che dovrebbe essere garantito a tutela dei cittadini!!
Grazie a tutti e buonasera.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Nel calcolo totale non si effettua la somma matematica. Nel suo caso, Le suggerisco di rivolgersi ad un medico legale per una perizia di parte, in quanto qualore riuscisse ad ottenere il 16% complessivo (con una visita collegiale), avrebbe diritto ad una rendita mensile.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Utente 645XXX

Salve dottore,
La ringrazio per il suo consiglio,ma in realtà io di collegiali ne ho già fatte 2 dall'ultimo incidente del 2009,e nonostante queste ho ottenuto battendo i pugni il 14%,secondo me poco, (grazie all'Italia dei corrotti)e ora prima che scattino i tre anni dall'infortunio,secondo come cita la legge, non mi resta che oppormi a queste ultime ed andare in tribunale per oppormi a questa errata valutazione,infatti la mia non è un aggravamento ma un opposizione,ed è per questo che voglio una base su cui tirare due conti e partire per capire se posso o non posso andare di fronte a un giudice!Indubbiamente lei mi dice che devo fare una visita medico-legale e una perizia ma sinceramente buttare tra le 300 e le 500 euro per sentirmi dire magari che quello che ho è il massimo che posso avere non mi sembra il caso(io guadagno 1300 euro al mese sposato con due figli),ma se già un professionista specializzato come lei e/o altri suoi colleghi mi indicasse che in base alle mie lesioni per esempio potrei andare a rivendicare minimo un 16% fino ad arrivare in base alla gravità,dico per esempio magari,il 20%,allora si che andrei a spenderli quei soldi per farmi assistere da un professionista medico e da un legale.Ma voglio capire se ho le basi per farlo!
Spero di essermi saputo spiegare.Grazie a lei e a tutti i suoi colleghi che riesciute sempre a dare un aiuto.Buonasera.