Utente 252XXX
buongiorno Gentilissimo Dottore
le vorrei porre alcune domande, nel 1990 sono stato assunto in una impresa edile nel 1992 ho cominciato a sentire dei dolori alla gamba sinistra e ho fatto gli accertamenti e mi hanno riscontrato un ernia del disco L5-S1,nel 01/12/1993 poi sono rimasto senza lavoro e mi e venuta una depressione media, vengo ricoverato per l'aggravamento del 'ernia del disco con intervento chirurgico andato bene, durante gli esami mi riscontrano un epatite, successivamente trovo di nuovo lavoro in un cantiere comunale fino per 2 anni. Viste le patologie nel presento domanda d’ invalidità per la discopatia niente. Vengo assunto a tempo indeterminato(non categorie protette) presso un azienda ospedaliera pubblica ,dove ho presentato tutta la documentazione delle patologie al medico del lavoro dell'azienda . dall’ottobre 2011 si ripresentano i problemi alla schiena, dalla risonanza e emg fatte la diagnosi è di: ernia discale paramediana L4-L5 destra ed L5- S1 sinistra con valutazione neurofisiologica che evidenzia sofferenza radicolare L5-S1 bilaterale di tipo cronico, di grado discreto. il mio ortopedico essendo anche medico legale mi deve fare un certificato di carico per riduzione del carico di lavoro. , essendo assunto tre anni posso richiedere la causa di servizio ?quanto anni di servizio bisogna avere per farla ?la mia paura è che se presento questa richiesta più il foglio di carico del lavoro mi dicano che non sono più idoneo al lavoro e mi possano licenziare, considerando che per la pensione ci vogliono ancora 20 anni non vorrei rischiare visti i tempi. gradirei la sua opinione grazie

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

l'istituto della "causa di servizio" per i pubblici dipendenti è stato abrogato; ne deriva quindi che un'eventuale istanza di dipendenza da causa di servizio non avrebbe seguito.
Può leggere al proposito il seguente articolo.

https://www.medicitalia.it/mascotti.nicola/news/2228/Abrogazione-della-causa-di-servizio-dell-equo-indennizzo-e-della-pensione-privilegiata

I provvedimenti relativi alla limitazione sul lavoro sono di competenza del medico competente ex-D.Lgs 81/08, dal quale Lei dovrebbe stato visitato per l'idoneità alla mansione in sede di assunzione, e quindi successivamente sottoposto a sorveglianza sanitaria secondo il protocollo sanitario previsto nel documento di valutazione dei rischi dell'Azianda Ospedaliera da cui dipende.
Se del caso, può richiedere al medico competente una visita straordinaria, ed in tale sede esibire la documentazione sanitaria relativa all'infermità da cui Lei è affetto.
Ai sensi dell'art. 42 del D.Lgs 81/08 il datore di lavoro, anche in considerazione di quanto disposto dalla legge 12 marzo 1999, n. 68, in relazione ai giudizi di cui all’articolo 41, comma 6, attua le misure indicate dal medico competente e qualora le stesse prevedano un’inidoneità alla mansione specifica adibisce il lavoratore, ove possibile, a mansioni equivalenti o, in difetto, a mansioni inferiori garantendo il trattamento
corrispondente alle mansioni di provenienza.
Tuttavia ove l'Azienda non abbia la possibilità di impiegare il lavoratore in mansioni a lui confacenti, può porre in atto il licenziamento.

Le suggerisco, prima di porre in atto azioni che La potrebbero danneggiare in concreto, di consultare un Ente di Patronato.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 252XXX

la ringrazio per la risposta
come le ho scritto lavoro per un ospedale pubblico ,il mio lavoro si svolge in corsia come ausiliario ,io chiedo la riduzione del carico perchè alcune mansioni che faccio non le posso fare ,sia per la discopatia sia perche sono mansioni che non sono di mia competenza ma che svolgo ugualmente.spero di non rischiare il licenziamento per questo grazie