Utente 252XXX
Salve Mi chiamo Giuseppe e ho 32 anni; a Gennaio ho avuto un incidente stradale in moto percorrevo la via nazionale ed una macchina mi ha falciato procurandomi le seguenti lesioni; frattura scomposta plurimalleolare dx con distaccamento di una parte estrema del malleolo che si è rotto in tre parti. ridotto con osteosintesi con due fili di k interamente interni. e frattura perone dx chiusa escoreazioni braccio e avanbraccio e mano dx e forte contusione all' emicostato dx. Ho portato il Gesso dal 21 Gennaio quando sono stato dimesso al 16 marzo. Vengo subito al punto; al momento della perizia di parte il medico che è un ortopedico chirurgo mi assegna 14.5 punti % e mi riferisce che il medico legale assicurativo probabilmente mi darà dai 8 ai 10 punti, quando mi reco all assicurazione per la visita medico legale, lo stesso medico mi tratta con superficialita non leggendo ne la visita di parte relativa relazione ne la cartella clinica, ed in 5 minuti consegna la relazione al liquidatore, dandomi 3.5 punti. Io non ci capisco piu niente mi offrono 5000.00 di cui 960.00 sono solo le spese che ho avuto quale fisio terapia e farmaci vari e visite. Mi stanno fregando? Premetto che io non cammino piu come prima ed i movimenti sono limitati, in piu prendo continuamente antiinfiammatori per il dolore che a volte è lacerante. Premetto inoltre che il dottore che mi ha operato mi ha detto che ai fini del punteggio assicurativo la percentuale di invalidità è del 9% e alcuni di settore mi hanno riferito che questo tipo di infortunio è valutabile dal 10 al 12 %, io non ci sto capendo piu niente e so soltanto che non cammino piu come prima e che probabilmente non potro piu praticare running che era lo sport che facevo giornalmente, almeno spero di poter ritornare a correre. E forse dovro subire un altro intervento per rimuovere i mezzi di osteosintesi. Sapete dirmi cosa devo fare con l assicurazione? Se devo accettare 5000.00 e quindi se i 3.5 punti dati dall assicuratore sono giusti? Perche tutta la differenza tra quello che mi ha detto il mio medico legale, il medico del usl che mi ha operato e il medico dell assicurazione? Aiutatemi perche io ho 32 anni e credetemi io non cammino piu come prima!

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

la valutazione del danno subìto in un sinistro stradale, soprattutto in casi in cui esiste una grossa differenza fra il "quantum" atteso e l'offerta della controparte, non è argomento di facile trattazione.
Il primo aspetto che si evidenzia dalla Sua descrizione è quello che riguarda l'iniziale valutazione di parte, effettuata da un clinico e non da un medico legale, che perizia 14,5 punti di danno biologico, ma Le comunica che gliene riconosceranno 9: già tale differenza mi lascia perplesso.
Quindi, la valutazione del perito dell'assicurazione riduce ulteriormente il danno biologico al 3,5%, collocandolo fra quelle che vengono definite "micropermanenti".
Comprendo benissimo la Sua condizione: se accetta il risarcimento propostoLe, rimarrà sempre il dubbio che Le sia stato sottratto qualcosa, mentre se contesta la valutazione i tempi si allungano e le spese crescono (sia un'ulteriore valutazione di parte, che una consulenza legale hanno i loro costi).
Le differenze fra le varie valutazioni del danno stanno ad indicare che tali valutazioni, probabilmente tutte e due, devono essere rivedute.
A questo punto è Lei che, considerando il tutto, deve prendere una decisione.
L'unico aiuto che posso darLe è l'indicazione delle corrette procedure che secondo me, devono essere seguite per la valutazione dell'invalidità permanente, che trova al seguente link:
https://www.medicitalia.it/mascotti.nicola/news/2178/La-valutazione-percentuale-dell-invalidita-permanente-in-Medicina-Legale

Distinti Saluti.






Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 252XXX

Vengo e mi spiego meglio egregio Dottor Mascotti, il medico che mi ha periziato intendo quello di parte è un medico legale di base Ortopedico chirurgo, mentre quello dell assicurazione è un medico legale di base Generico. Quando mi sono recato all assicurazione per fare la visita medico legale, mi ha fatto la relazione in appena 5 minuti tanto che io e il mio avvocato siamo rimasti a bocca aperta per la superficialita di come è stato trattato il mio caso. Il medico legale di parte è vero che mi ha dato 14.5 ma è anche vero che mi ha ammesso ( Essendo di parte) che lui in una pratica del genere avrebbe dato come punteggio ( Se fosse stato medico per conto dell assicurazione) dai 8 ai 10 punti. Come puo un medico legale riconoscere solo 3.5 miseri punti? E' questo quello che non capisco! Come si puo fare una relazione in cinque minuti? Mi sono sentito trattato come fossi un animale, e mi sento pure dire dal liquidatore, che mi rivolge ( doveva essere un ottimo amico questo medico che le ha dato 14.5) Io neanche lo conoscevo. Il medico dell ospedale che mi ha operato mi ha detto che il tipo di infortunio è riconosciuto con un invalidita che va dal 30 al 40% e ai fini assicurativi è del 9%. Al che mi sembra di vivere un incubo perche mi sono sentito trattare come un animale, io so quello che ho passato i dolori che patisco adesso e forse dovro rioperarmi per togliere i mezzi di sintesi se ce ne fosse il bisogno. Il medico mio generico mi ha detto che avro problemi a vita, in quanto in quella zona per le microfratture, si formera un callo osseo non indifferente, e avro probabili problemi di osteoporosi in quella zona appunto. Io mi vedo dopo tutto questo riconosciuti solo 3.500,00 perche 1500.00 sono le spese varie che ho affrontato. e non la vedo una cosa consona. Io il difetto c'è l ho ed è reale. e visibile. Comunque la ringrazio ma penso di non essere un animale e dopo tutto quello che ho passato intervento e 2 mesi di gesso, e riabilitazione non penso di essere trattato come se mi fossi rotto un semplice menisco o un dito ingessato. Cosa ne pensa?

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

purtroppo come opinionista non valgo granché, e le considerazioni sul caso le ha già fatte Lei nell'esposizione e nel titolo del quesito.
Operativamente, come Le ho fatto presente, può soltanto decidere se contestare la valutazione dell'assicurazione (ed in tale caso sarà necessario rivolgersi ad un legale per un eventuale ricorso giudiziale), oppure accettare, senz'altro malvolentieri, l'offerta del liquidatore.

Ancora Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]