Utente 265XXX

Buongiorno.Volevo chiedere se una lieve ipoacusia tra i 20 e 40 db diagnosticata a causa di un incidente stradale è riconosciuta in termini di danno biologico e se si in che misura di punteggio d'invalidità.Grazie a tutti.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

in primo luogo va sottolineato che l'ipoacusia può conseguire eziologicamente ad un trauma cranico con frattura della rocca petrosa dell'osso temporale.
La diagnosi di ipoacusia dopo un incidente stradale non significa pertanto che il deficit uditivo sia riconducibile al sinistro, se non risulta dimostrato il nesso causale con le lesioni in esso riportate, considerando che il semplice "post hoc, ergo propter hoc" non assume valore di prova di tale nesso.

In secondo luogo, ove accertato il nesso causale con il sinistro stradale con i criteri medico-legali comunemente impiegati, il deficit uditivo va attentamente valutato come danno biologico utilizzando le tabelle di dottrina: in tale caso non si può considerare una -ipoacusia lieve tra 20 e 40 decibel- , bensì il deficit uditivo deve essere precisamente quantificato, su entrambi i lati, per le frequenze di 500, 1000, 2000, 3000 e 4000 Hz.

Distinti Saluti.

Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]