Utente 627XXX
Salve,
sono un ragazzo ho 34 anni e sono un operaio metalmeccanico. Ho avuto un infortunio in itinere praticamente sono stato investito mentre andavo a lavoro con lo scooter.
Da verbale della polizia stradale ho ragione al 100%.
Ho avuto una lussazione dell'anca, ho avuto 3 costole rotte e la frattura dello scafoide in evoluzione pseudoartrosica.

Dato che non ho fatto ancora la visita all'inail ma la faro la settimana prossima qual è la prassi da seguire sia per l'inail che per l'assicurazione?

Volevo sapere quale potrebbe essere all'incirca la percentuale riconosciuta dall'INAIL e se è possibile avere una rendita?

Dato che sono 5 mesi che sto sotto infortunio c'è un limite per il quale il datore di lavoro mi puo licenziare?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
L'Inail quantificherà il "danno biologico" residuato all'infortunio sul lavoro. Si ha diritto ad un indennizzo con una percentuale d'invalidità compresa tra il 6 e il 15%. Dal 16% in poi si ha diritto ad una rendita mensile.
Per quanto riguarda l'indennizzo da parte dell'assicurazione, Le conviene rivolgersi ad un medico-legale per una perizia di parte da consegnare poi all'assicurazione.
Non può essere licenziato.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona