Utente cancellato
Egr. Dott, Sono in procinto di fare domanda di invalidità con anche richiesta di relativa diagnosi funzionale ai fini del collocamento obbligatorio, poichè tra le mie patologie vi è anche una nevrosi fobica lieve relativa alla fobia sociale ed alla claustrofobia (disturbi con cui ci convivo da ca 10 anni), ma poichè ho sempre fatto e faccio tutt' ora l' impiegato commerciale, quindi il mio lavoro è fatto di relazioni sociali ed avendo quasi 40 anni, quindi con una capacità lavorativa semi-specifica e specifica che difficilmente ho modo di modificare o reinventare (specifico che fino ad oggi, pur soffrendone da 10 anni di fobie ed ansia, assumendo i farmaci sono sempre riuscito a "gestirle") Le domando se, sia a rischio, una volta davanti alla Commissione medica locale, di esser giudicato da loro, e quindi di vedermi scritto sulla diagnosi funzionale, che si sconsiglia di svolgere ruoli commerciali e/o di ricoprire incarichi o lavorare in ambienti a forte vocazione sociale, relazionale, etc e quindi di fatto, impedire ed impedirmi di essere assunto in convenzione come un commerciale come sono tutt' ora. Grazie in anticipo a colui/coloro che cortesemente mi risponderanno. Saluti

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

concordo con la risposta già fornitaLe dal Collega Specialista in Psichiatria in altro analogo consulto:
https://www.medicitalia.it/consulti/Medicina-legale-e-delle-assicurazioni/319201/Diagnosi-funzionale-e-capacita-lavorativa-specifica

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
79260

dal 2014
Grazie comunque!

PS: (questo in effetti sarebbe dovuto essere l'unico quesito posto sull'argomento, poi, convinto di averlo posto nella categoria sbagliata, l' ho ripresentato di là)

Saluti.