Utente 284XXX
Buongiorno,
ho un’invalidità civile del 50%. Riporto ciò che è scritto sul verbale della commissione medica.
Dati anamnestici: Insatibilità vescicole da sclerosi del collo vescicole. Escissione di melanoma alla coscia sinistra. Riferisce lombalgia cronica in piede cavo valgo bilaterale, con facile stabilità alla stazione eretta.
Esame obiettivo: Equilibrio clinico. Obiettività nella norma in riferimento a deambulazione ed orientamento temporospaziele.
Diagnosi: Sclerosi del collo vescicole. Esiti di escissione di melanoma alla coscia sinistra.
Codice DM 5/2/92
9323
Codice ICD9
1991
La commissione medica riconosce l’interessato: Invalido con riduzione della capacità lavorativa del 50%
Disabilità rilevate:
16 – Intervento chirurgico mutilante
Revisione . NO

Mi hanno dato anche l’esenzione ticket 048

Attualmente per il melanoma, non mi hanno prescritto la chemio e faccio controlli periodici e relativi accertamenti, su richiesta dell’oncologo o del dermatologo oncologico.

Desideravo sapere se posso richiedere il contrassegno di libera circolazione ovvero se ne ho diritto?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

la normativa in materia prevede che alle "persone invalide con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta" venga rilasciata, previa visita medica che attesti questa condizione, il cosiddetto "contrassegno invalidi" o "contrassegno arancione".
Questo contrassegno, che è previsto secondo l'art. 381 del DPR 16 dicembre 1992 n. 495 e successive modificazioni, permette ai veicoli al servizio delle persone disabili la circolazione in zone a traffico limitato, oltre al parcheggio negli spazi appositi riservati e all'uopo contrassegnati.
La possibilità di ottenere il "contrassegno invalidi" è stata successivamente estesa anche ai non vedenti (DPR 503/1996 art. 12 comma 3).

Per il rilascio l'interessato deve rivolgersi alla propria ASL e farsi rilasciare dall'ufficio medico legale la certificazione medica che attesti che il richiedente ha una "capacità di deambulazione sensibilmente ridotta", oppure è "non vedente".
Una volta ottenuto tale certificato si dovrà presentare una richiesta al Sindaco del Comune di residenza per il rilascio del contrassegno, allegando il certificato della ASL.

Ciò premesso, non mi pare che la Sua condizione (obiettività nella norma in riferimento alla deambulazione) , secondo quanto descrive, rientri nella fattispecie in questione.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 284XXX

Caro dottore la ringrazio per la sua risposta.
Leggendo una guida per i pazienti oncologici, la stessa riportava che per i pazienti oncologici in terapia può essere rilasciato. Io ho un'invalidità del 50% e l'esenzione 048.
Mi chiedevo poichè ho avuto un melanoma (non mi hanno prescritto la chemio e faccio controlli periodici e relativi accertamenti, su richiesta dell’oncologo o del dermatologo oncologico), se il contrassegno mi può essere rilasciato per questo? Nel precedente quesito mi sono espresso genericamente, ma volevo riferirmi alla patologia tumorale.
Grazie.
Saluti

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

la guida per i pazienti oncologici probabilmente non esplicita in dettaglio, per quanto concerne gli aspetti di tutela dell'invalido affetto da neoplasia, quelli che sono i criteri che regolano la concessione delle agevolazioni, che in gran parte dipendono dalla condizione che in concreto la neoplasia comporta.
Nel Suo caso ("obiettività nella norma in riferimento alla deambulazione"), pur con attribuzione dell'invalidità civile ed il riconoscimento dell'esenzione dal ticket per la patologia da cui è stato riconosciuto affetto, mi sembra che non sussista la condizione richiesta per poter avere la concessione del contrassegno ( "capacità di deambulazione sensibilmente ridotta", oppure "non vedente"), condizione che peraltro può riguardare altri soggetti affetti da neoplasia.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]