Utente 242XXX
Egr.Dottori, a fine 2011 ho avuto un gravissimo incidente stradale, in ospedale ho avuto nei primi 8 giorni di ricovero 6-7 crisi epilettiche, e da allora assumo fenitoina tutti i giorni. Da allora, assumendo sempre questi farmaci, non ho piu avuto crisi epilettiche; ora son stato visitato dal medico dell assicurazione per risarcimento danno biologico, ma mi attribuisce solo il 15% menzionando solo esiti di sofferenza organica con lievi disturbi del comportamento, ma di epilessia nessuna percentuale, mentre il neurochirurgo da cui son in cura ha fatto la stessa perizia medico legale menzionando, oltre lo stesso 15% per i disturbi comportamentali, anche il 20% di invalidità per epilessia generalizzata in trattamento anticomiziale continuo, anche se io, controllando su internet, ho constatato che il 20% si riconosce a chi ha epilessia generalizzata con crisi annuali in trattamento , ma per fortuna, in 1 anno, non ho più avuto crisi. Secondo voi quale dovrebbe essere la giusta percentuale da riconoscermi? Grazie per la disponibilità

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

non si può effettuare un'analisi critica attendibile del Suo caso specifico senza aver analizzato tutta la documentazione sanitaria e senza una visita diretta.
In questa sede posso solo farLe presente le voci di riferimento sulla valutazione medico-legale in Responsabilità Civile a proposito dell'epilessia post-traumatica, che sono riportate nella "Bozza della Tabella unica nazionale delle menomazioni all'integrità psicofisica compresa tra 10 e 100 punti di invalidità":

Epilessia in trattamento farmacologico, senza crisi, in età non evolutiva, a
seconda dell'età e della entità delle alterazioni elettroencefalografiche: 7-10%

Epilessia controllata farmacologicamente, con crisi sporadiche documentate ,
senza significativa incidenza sulle ordinarie attività, ma con necessità di
astenersi da attività potenzialmente pericolose per sé o per gli altri : 11-20%

Epilessia in trattamento farmacologico, ma con crisi da mensile a settimanale, a
seconda del tipo di crisi (semplici complesse o generalizzate) ed a seconda dei
tipo di interferenza sulle attività quotidiane: 21-40%

Epilessia in trattamento farmacologico, ma con crisi plurime settimanali ,
alterazioni di tipo psichiatrico, rallentamento ideo-motorio, disturbi
comportamentali, notevole compromissione delle attività quotidiane, fino allo
stato di male epilettico: >41%

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]