Utente 191XXX
Buonasera , vorrei chiedere suggerimento su quale polizza inerente gli interventi chirurgici. anni addietro ho stipulato una semplice polizza europeassistance e dopo 1 anni l''ho disdetta.
comunque la mia domanda e'' questa:

esiste una polizza che posso stipulare ora in previsione di un intervento chirurgico futuro?
cioe'' , personalmente ho qualke problema di ernia cervicale , e preoccupandomi , inizio a pensare su cosa potra'' accadermi in futuro o a cosa sarei costretto a subire...

posso acquistare una polizza salute e magari fruirne tra qualke mese o anno , qualora esempio dovessi sottopormi a intervento chirurgico?

esiste? ha un prezzo elevato? o magari non copre questo ipotetico intervento visto ke io so di avere un qualke problema antecedente alla stipula della polizza?

grazie.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

all'atto della sottoscrizione di una polizza privata viene richiesto al contraente di dichiarare le eventali patologie da cui sia affetto.
Ove risultino affezioni (esempio: ernia discale cervicale) per cui può essere ipotizzato con un margine di probabilità un futuro sinistro (=intervento chirurgico), certamente il premio della polizza verrebbe calcolato sulla base di un cosiddetto "rischio tarato", e quindi con sovrapprezzo.

D' altro canto se non si dichiarano le patolgie da cui si è affetti, e di cui si è a conoscenza, si ricade nelle previsioni dell'art. 1892 del Codice Civile:
< Le dichiarazioni inesatte e le reticenze del contraente, relative a circostanze tali che l'assicuratore non avrebbe dato il suo consenso o non lo avrebbe dato alle medesime condizioni se avesse conosciuto il vero stato delle cose, sono causa di annullamento del contratto quando il contraente ha agito con dolo o con colpa grave >

Tale norma disciplina l'ipotesi in cui il contraente, al momento della conclusione del contratto, ha agito con un comportamento doloso o, comunque, con grossolana negligenza e con le sue dichiarazioni, non corrispondenti al vero, non ha consentito all'assicuratore di avere una chiara conoscenza del rischio da assicurare.

Per l'assicuratore è molto importante poter valutare con precisione il rischio da assumere al fine di decidere se accettare o meno il trasferimento del rischio e di determinare con esattezza la somma (premio) che l'assicurato dovrà pagare.

Distinti Saluti.

Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]