Utente 108XXX
L'esame autoptico di mia sorella di anni 40 evidenzia quanto segue:
Rapporto preliminare (quadro macroscopico):
Esame esterno:
Soggetto di sesso femminile, obeso. Rigor parzialmente risolto a 28 ore dal decesso. Scarse ipostasi declivi. Cicatrici addominali da pregressi accessi per laparoscopia, stomia paramediana e incisione cutanea trasversale in regione sovrapubica di 20 cm, non cicatrizzata, da pregresso intervento chirurgico addominale (recente revisione della ferita).

Reperto microscopico e considerazioni epicritiche:
Minime, diffuse note di sclerosi a carico del miocardio.
Modesta congestione ematica vascolare polmonare, enfisema e focale sclerosi interstiziale.
Congestione ematica sinusoidale marcata del fegato e quadri di diffusa steatosi prevalentemente macrovacuolare.
Congestione ematica sinusoidale marcata della milza e deplezione linfocitaria.
Pancreas autolitico.
Sezioni renali con iperemia, edema e diffusi aspetti da nefrite cronica interstiziale.
Sezioni ti tessuto tiroideo ed encefalico senza evidenti alterazioni
Esame viscerale: ;
Visceri del collo in asse, istmo e laringe pervi. Modesta ipertrofia e sfìancamento globale di cuore (400 g) con miocardio di colorito brunastro pallido, omogeneo in sezione; all'apertura non si evidenziano alterazioni di calibro delle coronarie all'ostio e lungo i rami principali; le cavjtà| cardiache contengono scarso materiale ematico non coagulato. Il polmone sinistro (480 g) ed il polmone destro (500 g) presentano modesta congestione ematica, prevalente alle basi; la trachea ed i bronchi principali contengono scarso muco semifluido; libere le principali diramazoni vascolari di entrambi i polmoni. La cavità addominale presenta numerose aderenze, esiti dei pregressi interventi (colectomia totale del 29/02 e successivo intervento di revisione del 04/03); ove evidenziabile la sierosa si presenta liscia e lucente, le anastomosi e il versante intra-addominale della stgmia sono continenti. Lo stomaco contiene scarso materiale alimentare digerito. Epatomegalia marcata (3380 g) con parenchima di colore bruno pallido, discretamente steatosico. Lieve splenomegalia (390 g) con polpa rossa trattenuta e follicoli non evidenti. Pancreas di forma e dimensioni proprie (105 g) con focali aspetti di sclerosi ed autolisi. Reni di dimensioni bilateralmente aumentate (220 g il sinistro; 210 il destro), congesti, con rapporto corticomidollare conservato e capsula facilmente asportabili;

La mia domanda è semplice? di cosa è deceduta mia sorella?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
lascio libero spazio ai colleghi di Medicina legale perchè l'argomento non rientra tra le mie competenze.

Dubito tuttavia che possa avere altre risposte perchè tra gli scopi del sito c'è il supporto informativo del paziente nell'iter diagnostico terapeutico e pertanto quanto richiede non è previsto se non per un chiarimento ulteriore del testo che allega.

Tanto più che, ma lo scrivo da profano, manca dal referto allegato la parte conclusiva che è indispensabile per una valutazione globale del caso. Difficilmente un collega può trarre conclusioni virtuali, al massimo può integrare ed interpretare il referto autoptico. Anche in caso di un consulto non virtuale il collega richiederebbe il referto completo.

Comprendo il Suo stato d'animo, e suppongo che i colleghi faranno il possibile per aiutarla, ma questo è un limite dei consulti via Internet, che vieta conclusioni virtuali se non supportate da una documentazione completa.

Cordiali saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
intanto riceva il mio rispettoso abbraccio per il suo dolore .Le devo, prò, dire che su queste basi non è possibile, come correttamente indicato dal collega Catania, giungere ad una diagnosi senza ben altri supporti.
Intendo un'anamnesi in vita, una cartella clinica e quant'altro.
Mi creda dispiaciuto
dott Sergio Funicello
Spec Medicina legale e Chir d'Urgenza
Dirigente medico legale ASL