Utente 517XXX
Buonasera, ho subito 3 interventi chirurgici nell'arco di 12 mesi , il primo per resezione lingua per asportazione di carcinoma squamocellulare (k 2/3 lingua), il secondo per allargamento dei margini di resezione del primo intervento , il terzo per svuotamento latero-cervicale linfonodale sino al 5° livello dove purtroppo in 2 dei 29 linfonodi asportati vi era metastasi con extracapsularita' multifocale. L'amministrazione lavorativa di cui faccio parte ha contratto un'assicurazione la quale prevede un' "l'indennita sostitutiva" nei casi di ricovero per grandi interventi chirurgici e cosi viene specificato in polizza: CHIRURGIA ORO -MAXILLO - FACCIALE : Lingua e pavimento orale, intervento per tumori maligni con svuotamento latero-cervicale funzionale o radicale.
Al riguardo chiedo se il terzo intervento che ho subito rientra in questa clausola di risarcimento.
In attesa di una Vostra cortese risposta rimango a disposizione per ulteriori info in merito e saluto cordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,
secondo quanto riferisce sembra che il terzo intervento sia compreso nelle previsioni della polizza.
Dustinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 517XXX

Buonasera, La ringrazio per la Sua celere risposta, ho chiesto questo consulto proprio perché per telefono il medico dell'assicurazione mi ha detto verbalmente che per quanto riguarda il mio caso non rientra nella polizza in quanto dovrei aver fatto l'intervento sulla lingua per tumore maligno in concomitanza con lo svuotamento latero-cervicale.... Cosa mi consiglia di fare a questo punto? Intraprendere azione legale di rivalsa e risarcimento? Preciso che l'ammontare dell'indennità ammonta a 800€.
In attesa di una sua cortese risposta porgo distinti saluti. Grazie.

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,
mi pare di capire che il medico della compagnia assicurativa ovviamente interpreti la polizza a suo vantaggio, sostenendo che l'asportazione dei linfonodi sia da considerare parte dell'intervento precedente.
Tuttavia a mio parere il sinistro che da` luogo all'indennizzo e`specificato dalla polizza come "intervento": quindi per ogni intervento subito ricorre la fattispecie prevista, anche se teoricamente l'asportazione dei linfonodi si sarebbe potuta eseguire nell'intervento precedente.
Ma non mi pare possibile che il chirurgo abbia proceduto a dilazionare l'exeresi dei linfonodi al solo fine di far erogare all'assicurato una doppia indennita'.
Tuttavia tenga presente che il costo di un evehtuale arbitrato sarebbe ben superiore alla somma indicata.
Valuti la situazione con un Legale di sua fiducia, per stabilire il da farsi.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#4] dopo  
Utente 517XXX

Buonasera dottore, la ringrazio vivamente per la Sua disponibilità nella valutazione del mio caso, ascolterò il Suo consiglio per rivolgermi ad un legale e valutare la richiesta di risarcimento.
Al riguardo Le porgo distinti saluti e un vivo apprezzamento per il lavoro che Lei e i suoi colleghi svolgete ogni giorno per la collettività attraverso questo portale di consulto.