Utente 458XXX
Salve sono un vigile del fuoco giorno 3 agosto alle ore 14 venivo chiamato, essendo in servizio, per intervenire con urgenza per un incendio di sterpaglie che lambiva la rete ferroviaria e l autostrada , faccio presente che sono l'autista del mezzo pesante mi recavo in sirena sull'intervento. Nell'aiutare i miei colleghi indossando come loro indumenti anti fuoco molto pesanti, nell opera di spegnimento lavorando con velocita' per evitare la propagazione del fuoco e molta attenzione essendo vicini sia all'autostrada che ai binari ferroviari , faccio immaginare l'elevato calore sia per il periodo che per la vicinanza di noi operatori dal fuoco. Mentre lavoravo sentivo un forte dolore al petto , molta sudorazione e stanchezza, avvisavo il capo squadra e venivo cosi' portato in ospedale dove mi veniva diagnosticato IMA, venivo subito operato e mi veniva messo stent su arteria circonflessa.
Chiedo cortesemente se vi e il nesso causale fra lavoro svolto, le alte temperature , lo stress, ed l'infarto subito onde ottenere l'invalidita' per causa di servizio essendo un vigile del fuoco con relativi benefici .Grazie per la Vostra autorevole risposta.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,
a mio parere e secondo quanto riferisce, il servizio da Lei prestato ha influito come causa efficiente e determinante nel determinismo dell'infermità in questione, per cui non dovrebbe aver problemi per il riconoscimento della dipendenza da causa di servizio.
Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 458XXX

Grazie dottore gentilissimo

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,
tuttavia tenga presente che esiste un termine di sei mesi, entro il quale presentare l'istanza di riconoscimento della dipendenza di infermità da causa di servizio, a pena della decadenza dei benefici.
Tale termine decorre dal momento in cui il pubblico dipendente ha avuto la reale consapevolezza dell’incidenza della sua malattia sulla propria capacità di attendere alle ordinarie occupazioni, e non invece dal giorno in cui si è verificata l’infermità o l’interessato ne ha avuto conoscenza [TAR del Lazio, Sez. III bis, sentenza n. 32 dell’8 gennaio 2007].
Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#4] dopo  
Utente 458XXX

Si dottore la richiesta e gia' stata fatta dopo l uscita dall'ospedale. E forse mi e stata data una 5 classe A ancora pero deve essere inviata al comitato di verifica, non capisco solo perche la 5 e non la 4 avendo un po di scompenso e gia' una 2 classe NYHA data nelle visite cardiologiche e presentata al CMO durante la visita.Grazie dottore per la Vostra disponibilita' la ringrazio per la risposta.