Utente 468XXX
Egregi dottori sono in terapia dal 2010 x ipertensione; in seguito ad un eco cardiocolordoppler che mi ha prescritto il cardiologo risultò una lieve insufficienza della valvola mitrale e dimensioni del cuore " nei limiti". Inoltre x ipercolesterolemia prendo sivastin 10. La pressione è regolare cammino molto ma il mio peso non è buono: 78.
In occasione di una RX al torace eseguita 1 settimana fa (x una brutta bronchite) : "Non si evidenziano lesioni a focolaio in atto. IMMAGINE CARDIACA NEI LIMITI, AORTA DI ASPETTO SENILE. Il mio medico curante vedendo la lastra ha parlato di CALCIFICAZIONE. Sono molto preoccupata.
Ho 55 anni (56 a dicembre) anche perchè mia madre aveva un'aorta ectasica forse congenita (nessuno lo ha capito) è morta di ictus a 78 anni. Mio padre morto x infarto del miocardio a 77. Mio fratello ha 72 anni ha già avuto 1 infarto, una fibrillazione atriale (trattata con la scossa) e vari problemi all'aorta. Ora le lascio immaginare quanto sia angoscioso x me tutto questo. Se la familiarità incide molto devo dedurre che avro seri problemi anch'io. Chiedo gentilmente al medico che mi vorrà rispondere : un'aorta di aspetto senile all'età di circa 56 anni mi deve preoccupare? Il mio prossimo controllo cardio è tra 4 mesi. Non ce la faccio ad aspettare così tanto è x questo che vi chiedo umilmente una delucidazione al riguardo. Vi ringrazio in anticipo fate un lavoro eccezionale!!! distinti saluti e grazie x la paziena.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Un controllo tra 4 mesi non dira' assolutamente niente.
Semmai controlli annuali sono raccomandabili a circa 60 anni.
A circa 60 anni qualche calcificazione aortica ci puo' essere.
Cerchi di ridurre il peso, di tenere i valori pressori attorno ai 120/70 mmHg e la costerolemia totale al di sotto di 200 mg/dl.

Una ecografia cardiaca e' la tecnica diagnostica non invasiva che le puo' dare maggiori informazioni sulla sua aorta ascendente, arco aortico e din iziale parte discendente.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza