Utente 674XXX
innanzitutto buongiorno e buon anno a chi risponderà.
mi chiedevo se i risultati delle analisi delle urine (per la ricerca di droghe) possano essere comunicati ai genitori dai medici del laboratorio.
io ho eseguito il test questa mattina, e vorrei sapere se nel caso in cui i medici comunichino quei risultati ai miei genitori e non a me fosse possibile procedere legalmente contro di loro.

ovviamente io sono maggiorenne, e ho firmato una liberatoria in cui acconsentivo a sottopormi al test, ma non ho firmato nulla in cui delegavo i miei genitori a ritirare l'esito delle risposte.

grazie a auguri per un buon 2009.

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati

40% attività
8% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
FORLI' (FC)
SASSO MARCONI (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
In genere viene consegnato al paziente maggiorenne un tagliando per il ritiro del referto. Il paziente, e solo lui, può ritirare il referto, a meno che nel tagliando non sia stata compilata la delega. Aggiungo anche che nessuno che sia venuto a conoscenza del referto può farlo conoscere a persone diverse dal paziente. E' ovvio che se l'esame è stato richiesto dall'autorità giudiziaria, ad esempio in seguito a incidente stradale, il referto viene comunicato a essa, con gli obblighi di segretezza riconducibili al segreto d'ufficio
Ricambio gli auguri
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it