Utente 482XXX
Gentili Dottori,
vi scrivo da parte di una mia parente stretta, di anni 59, la quale ha subito un incidente stradale.
Al fine di confrontare e quantificare il risarcimento del danno che le spetta, come di consueto, ha sostenuto sia la visita medico - legale con la propria assicurazione (indennizzo diretto), nonché una visita medico legale privata. Dalla relazione di quest'ultima è emerso un danno biologico pari al 5%-6% e un'invalidità temporanea di giorni 30 al 100% e giorni 60 al 50%.
In attesa di ulteriori sviluppi e capire quanto le riconoscerà l'assicurazione, in considerazione anche dalla visita medico - legale privata che la Signora ha sostenuto, stiamo cercando di capire approssimativamente l'entità del risarcimento.
Pertanto vi chiedo se per calcolare la suddetta si faccia riferimento ai valori stilati dal Tribunale di Milano/Roma o quelli relativi al codice delle assicurazioni.
Sperando di essere stato il più chiaro possibile, in attesa di riscontro, colgo l'occasione di porgere cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Buongiorno,

in ambito R.C. le tabelle sono quelle del Tribunale di Milano.

cordiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Prof. Pietro Rinella

24% attività
16% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Di norma in tali evenienze si fa ricorso alle tabelle del Tribunale di Milano (più convenienti) ma non obbligatoriamente.
Il suo avvocato saprà ben monetizzare il danno valutato
Prof. Pietro Rinella